Morto Andrea Pinketts, scrittore e giornalista noto al pubblico televisivo

È morto Andrea Pinketts, scrittore e giornalista noto al pubblico televisivo e non solo. Autore di numerosi romanzi e artefice di inchieste giornalistiche che hanno contribuito a risolvere alcuni casi di cronaca, Pinketts si è spento a Milano all'età di 57 anni.

Continua a leggere

Morto Andrea Pinketts

È morto Andrea Pinketts, scrittore e giornalista molto noto al pubblico televisivo. Nato a Milano 57 anni fa, Pinketts era malato da tempo e le sue condizioni si sono aggravate nel corso dell’ultima settimana, portandolo al decesso. Autore di numerosi romanzi in bilico tra noir e grottesco e vincitore di molti premi letterari, ha condotto varie inchieste che in qualche caso hanno contribuito a far luce su celebri e intricati casi di cronaca.

Continua a leggere

Continua a leggere

Andrea G. Pinketts non era ovviamente il suo vero nome ma lo pseudonimo di Andrea Giovanni Pinchetti, milanese doc nato il 12 agosto 1961. E milanesissimo era anche il suo alter ego Lazzaro Santandrea, ovvero il protagonista di gran parte dei suoi romanzi incentrati nella Milano contemporanea che Pinketts conosceva come le proprie tasche.

Continua a leggere

Continua a leggere

Definito dalla critica ‘scrittore post-moderno’, in 57 anni di vita ha fatto di tutto passando con invidiabile disinvoltura dalla letteratura alla TV, dal cinema alla moda, dal giornalismo al… pugilato (sì, è stato persino pugile).

Continua a leggere

Tra i romanzi più arguti di Andrea Pinketts citiamo soprattutto Lazzaro vieni fuori, Il vizio dell’agnello, Il senso della frase, L’assenza dell’assenzio, Sangue di yogurt, Nonostanze Clizia e Ho fatto un giardino, mentre il pubblico televisivo lo ricorda per le numerose ospitate nel ruolo di opinionista dai pareri dissacranti (al Maurizio Costanzo Show e non solo), e per la partecipazione come giurato a La Pupa e il Secchione e come inviato a ben tre edizioni di Mistero.

Continua a leggere

Ma il meglio di sé forse Andrea Pinketts l’ha dato nelle vesti di giornalista d’inchiesta: celebri soprattutto i suoi reportage per Esquire e Panorama grazie ai quali ha contribuito, tra le altre cose, all’incriminazione di Luigi Chiatti come responsabile degli efferati omicidi attribuiti al ‘mostro di Foligno’.

 

Continua a leggere

Parole di Raffaele Dambra

Da non perdere