Mohammed Islam, il lupo di Wall Street liceale ritratta: 'Mai guadagnato 72 milioni di dollari'

Non ha mai guadagnato 72 milioni di dollari giocando in borsa durante l'intervallo. Ha detto una bugia e ora chiede scusa ai genitori.

Mohammed Islam

Mohammed Islam

Wall Street non ha segreti per lui, o almeno così ha fatto intendere in principio. Il suo nome è Mohammed Islam, frequenta il liceo e ancora non ha raggiunto la maggiore età, ma è già famoso per avere detto un’enorme bugia. Aveva sostenuto di avere guadagnato, durante l’intervallo della ricreazione a scuola, una cifra pari a 72 milioni di dollari. Il tutto giocando in Borsa. Ecco perchè Mohammed Islam era stato subito chiamato Baby Lupo di Wall Street. Ma la verità è un’altra

Il falso esperto della finanza in erba vive nel Queens con i genitori, immigrati dal Bengala, che non hanno preso proprio bene la notizia: ‘Mio padre mi vuole rinnegare, mia madre mi ha detto che non mi parlerà più – ha dichiarato al New York Observer il 17enne – dicono che ho mentito e non potranno più fidarsi di me, sapevano che quello che ho detto era tutto falso, volevano uccidermi e praticamente non mi parlano da allora‘.

Lui racconta che fin da bambino l’attrazione per la finanza si è manifestata in maniera decisa: a 9 anni il piccolo fenomeno aveva già investito i soldi guadagnati dando ripetizioni ai compagni. In quel caso gli andò male e perse tutto con i titoli ‘spazzatura’. Ha detto di essere rimasto ‘paralizzato’ da quella esperienza, ma non si è arreso.

Ora Mohammed ha svelato di avere detto una bugia. Ha raccontato di avere organizzato a scuola ‘investment club’, ovvero simulazioni senza trasferimenti reali di fondi. Ovviamente si è rivelato falso anche l’accesso alla prestigiosa Stuyvesant Highschool di Manhattan.

(In questa foto, Mohammed al centro con i suoi amici)

Ora il ragazzo, e il suo ‘complice’ Damir Tulemaganbetov, si dicono pentiti: Chiediamo scusa a tutti, specialmente ai nostri genitori’, hanno continuato a ripetere.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere