Mkhitaryan e la tentazione Inter, Origi-Milan ci siamo

Comincia oggi ufficialmente il calciomercato estivo 2022 in vista di una Serie A anomala che inizierà a ferragosto e si fermerà per circa due mesi a causa dei Mondiali in Qatar.

Mkhitaryan
Mkhitaryan – Nanopress.it

Ci siamo lasciati con il trionfo del Milan, ma a distanza di due settimane sono già tantissime le novità in vista della prossima stagione calcistica con le società che sono alla ricerca delle occasioni di mercato per rinforzare le proprie rose.

Il Milan ha cambiato proprietà e la RedBird proverà subito a piazzare un colpo da 90 per presentarsi nel migliore dei modi al pubblico di fede rossonera, l’Inter ieri ha ufficializzato la cessione di Ivan Perisic al Tottenham.

Mkhitaryan-Inter, matrimonio possibile

Origi
Origi – Nanopress.it

Marotta ha messo nel mirino già da tempo l’esperto trequartista giallorosso Henrikh Mkhitaryan che è tentato dalle sirene nerazzurre e a breve deciderà il suo futuro.
Mourinho non ha intenzione di lasciar partire a parametro zero una delle sue stelle e ha offerto un rinnovo contrattuale adeguato all’importanza che il giocatore ricopre nella rosa della Roma.

A 33 anni il numero 77 armeno chiuderà sicuramente la sua carriera in Italia ed a breve comunicherà la sua decisione ufficiale.
Con la partenza di Perisic l’Inter ed un bilancio che non permette grandi follie l’Inter proverà a convincere fino all’ultimo Mkhitaryan e Paulo Dybala a sposare il progetto nerazzurro.

RedBird acquista il Milan, arriva l’ufficialità del club

Mancava l’ufficialità e questa mattina il Milan ha comunicato il cambio di proprietà con Elliot che ha ceduto il club alla società gestita da Gerry Cardinale.

Il Club rossonero ha trovato un accordo di massima con l’entourage di Divock Origi che presto diventerà un giocatore del Milan, ma prima Gerry Cardinale si siederà al tavolo per firmare il prolungamento dei contratto ai due grandi artefici del tricolore rossonero, la bandiera Paolo Maldini e Massara.

Un investimento importante quello di RedBird che ha versato oltre tre miliardi nelle casse di Elliott per acquistare la seconda società più vincente nella storia del calcio.