Minacce al Papa dall'Isis: innalzata la protezione

Anche se non esistono minacce di azioni terroristiche vere e proprie, molti sono i timori sulla sicurezza del Papa.

Minacce al Papa dall’Isis: innalzata la protezione

[fotogallery id=”3463″]

Lo spettro delle minacce dell’Isis riguarda anche il Papa. I timori sulla sicurezza del Pontefice sono più alti. Si sospetta una possibile azione eversiva del fondamentalismo islamico. Non si parla di un’azione organizzata, ma si affacciano sempre di più i timori nei confronti di qualche presunta azione riconducibile a singole persone. Ci sono dei motivi di apprensione, anche perché Papa Francesco è piuttosto insofferente nei confronti delle misure di sicurezza.

LEGGI ANCHE:
Cos’è l’Isis e cosa vuole?
Finanziamenti e interessi economici dietro la Guerra Santa
Chi sono i membri dell’Isis in Occidente?
Guerra all’Isis: chi partecipa? Favorevoli e contrari
Papa Francesco rivoluzionario: tutti i cambiamenti alla Santa Sede

Basti pensare al fatto che ha scelto di vivere a Santa Marta, che si intrattiene in udienze con molte persone. Tutto ciò non fa altro che aumentare i pericoli. Il Papa ha cercato di adottare uno stile che impone di togliere ogni ostacolo fra lui e i fedeli e questo lo rende un obiettivo terroristico potenzialmente molto facile. Non esistono indizi di attentati veri e propri, ma esiste la preoccupazione perché affiliati europei potrebbero cimentarsi in azioni terroristiche, semplicemente per imitazione.

Parole di Giorgio Rini

Da non perdere