Milano, accoltella la fidanzata e confessa: 'Mi è partito un embolo'

debora fuso

Foto Facebook

L’ha uccisa dopo un violento litigio, Arturo Saraceno ha confessato l’omicidio della ex fidanzata Debora Fuso. Lui 33 anni, lei 25, i due si erano lasciati ad aprile dopo una relazione durata sei anni. Arturo ha ucciso Debora con un coltello da cucina con cui poi si è ferito al petto nella casa di Legnano (Milano) dove i due convivevano fino a qualche settimana fa. Dopo essere stato dimesso dall’ospedale l’uomo è stato arrestato.

I vicini di Casa hanno raccontato che la coppia litigava spesso negli ultimi mesi, Debora era infatti era tornata a casa dei suoi genitori a Lonate Pozzolo (Varese). “Stavo cenando, lei era qui per un chiarimento, abbiamo litigato per l’ennesima volta e mi é partito un embolo” è la confessione che Arturo Saraceno ha rilasciato agli inquirenti. Ad allertare il 112 un inquilino del condominio in cui i due ragazzi convivevano, i carabinieri di Legnano hanno trovato Debora morta sulle scale e Arturo in fin di vita. La famiglia della ragazza ha raccontato che la relazione con Arturo durava da sei anni, i due si erano lasciati spesso, ma mai si erano verificati episodi di violenza.

Parole di Chiara Podano

Chiara Podano è stata collaboratrice di Nanopress dal 2016 al 2019, occupandosi principalmente di spettacoli, televisione, gossip, celebrities.

Da non perdere