Meteo, anticipo d’estate con l’anticiclone africano: ecco quanto durerà

Sebbene siamo solo all’inizio del mese di maggio, a breve avvertiremo già temperature estive, infatti l’anticiclone proveniente dall’Africa innalzerà le temperature in tutta Italia, fino ad un massimo di 30 gradi.

Sole
Sole – Nanopress.it

Quali saranno le zone interessate?

Le zone colpite dall’anticiclone

Ad oggi ci sono sporadici temporali ma dalle prossime ore il caldo prenderà il sopravvento. Si partirà dal nord Italia e il tempo sarà bello per l’intera settimana, toccando addirittura punte di 30 gradi.

L’anticiclone africano partirà dalla Mauritania e dopo aver attraversato la penisola iberica e la Francia, arriverà nella penisola italiana a partire da martedì 10 maggio e proseguirà nei giorni successivi.

Molte le regioni colpite, in particolare quelle del nord ma anche il settore tirrenico.

Il Settentrione sarà la zona che prima di tutte sarà colpita dall’anticiclone africano, poi sarà la volta delle regioni centrali e quindi di quelle del Sud.

L’andamento delle temperature rispecchierà l’avanzata dell’alta pressione, infatti inizierà a fare caldo al Nord già con valori intorno ai 26 gradi fra lunedì e martedì. In seguito, le alte temperature raggiungeranno il Centro, specialmente la Toscana.

Alte temperature
Alte temperature – Nanopress.it

Caldo ma anche piogge

L’arrivo anticipato dell’estate è un fenomeno che si ripete ormai da alcuni anni, infatti verso il termine del periodo primaverile si verificano ondate di calore che invece sono tipiche dei mesi estivi.

Da mercoledì 11 l’anticiclone avvolgerà definitivamente tutta la penisola, con picchi di 32 gradi sulla pianura padana e in Alto Adige, 27 gradi nelle zone centrali comprendendo anche la Puglia e la parte alta della Campania, 26 gradi nel resto del Sud.

Gli esperti sostengono che l’ondata di aria calda durerà almeno fino al 15 maggio tranne qualche flessione temporanea al Nord, poi il meteo cambierà nuovamente e si formeranno nuove depressioni.

Oltre al caldo però, con punte che toccheranno in alcuni punti addirittura i 32 gradi, comuni in questo periodo dell’anno sono anche i violenti temporali come quelli che si stanno verificando in questi giorni, a causa dell’umidità e dell’aria fresca in quota.

La giornata di lunedì 9 è ancora interessata dalle forti piogge ma il vortice temporalesco, che si sta spostando verso le regioni meridionali, abbandonerà definitivamente l’Italia nella giornata di mercoledì 11 maggio.

Fino ad allora, si verificheranno ancora temporali sparsi nell’area degli Appennini e sulle isole maggiori, ma sempre meno al nord.