Maura Viceconte è morta: la maratoneta si è tolta la vita a 51 anni

L'atleta azzurra al termine della sua carriera agonistica aveva dovuto iniziare una nuova gara contro un nemico inaspettato: la malattia

Maura Viceconte è morta: la maratoneta si è tolta la vita a 51 anni

Foto: Ansa - Viceconte al centro

Maura Viceconte è morta: la grande maratoneta azzurra si è tolta la vita, impiccandosi. Aveva 51 anni. Nella sua brillante carriera ha conquistato un Bronzo agli Europei di Budapest 1998 ed è stata primatista assoluta della distanza. Ancora oggi è suo il record italiano dei 10.000 metri. Sono stati i Carabinieri della compagnia di Susa a trovare il corpo della donna priva di vita, domenica pomeriggio. 

Maura Viceconte, nata a Susa, in provincia di Torino, 51 anni, è stata un’autentica stella della maratona: oltre ad aver vinto il bronzo e a possedere il record italiano dei 10.000 metri, ha collezionato numerosi altri successi, ad esempio a Venezia, Montecarlo, Carpi, Roma, Vienna, Praga e Napoli.

Al termine della sua carriera, Maura Viceconte si è ritrovata a dover combattere contro un avversario indesiderato: la malattia.

Lo scorso novembre aveva promosso un documentario ‘La vita è una maratona – La corsa il modo di vivere’, realizzato dal regista e amico Luigi Cantore, che raccontava la sua vita. E’ stato proiettato a Villa Dora.

In quell’occasione è sembrata felice, poi però qualcosa è cambiato.

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere