Marchesa muore a 18 anni di overdose. Aveva una doppia vita: studentessa e violinista di talento ed escort

'Era molto turbata, ma era una donna meravigliosa', ha ricordato il ragazzo, che ora si è dichiarato pulito da ogni droga

Marchesa muore a 18 anni di overdose. Aveva una doppia vita: studentessa e violinista di talento ed escort

Foto: Pixabay

E’ morta a 18 anni di overdose di eroina, Lady Beth Douglas, figlia del dodicesimo marchese di Queensberry. La sua vita apparentemente perfetta e agiata nascondeva diversi lati oscuri. Ora, a distanza di mesi dalla sua scomparsa, emerge una verità sconvolgente: la giovane oltre a essere un’ottima studentessa e una violinista di talento, era anche una prostituta.

Il fidanzato di Beth, interrogato dagli inquirenti, ha raccontato che la 18enne stava lavorando come escort, quando è deceduta, lo scorso marzo. Girava video hot e faceva sesso online. Aveva anche venduto la sua biancheria intima sul web per 30 sterline.

“Ero a conoscenza di questo lavoro per adulti, ma ho tenuto la bocca chiusa. Il giorno prima della sua morte, avvenuta il 7 marzo, avevamo discusso del suo comportamento sessuale. Mi aveva fatto aspettare in un pub, mentre lei era sparita per delle ore. ‘Goditi la Guinness, io vado a incontrare un amico’, mi aveva detto per poi telefonarmi e annunciarmi di aver prenotato una stanza di albergo”. Ha spiegato il giovane al Daily Mail. Karagoli le aveva chiesto come si fosse guadagnata 250 sterline e Lady Beth gli aveva risposto senza indugi: ‘Ho fatto quello che dovevo fare’.

La doppia vita di Beth

Lady Beth Douglas, figlia di David Douglas, era una studentessa modello e una violinista di talento. La sua vita però era marchiata a fuoco dal peso delle dipendenze dalla droga e dall’alcol.

Il fidanzato non accettava che Beth vendesse il suo corpo. “Sapevo che qualcosa stava accadendo, ma la mia mente era troppo offuscata dal bere e dalle droghe. Le ho detto: ‘So cosa stai facendo, puoi parlarmene. Non devi nascondere le cose a me e, se sei alla disperata ricerca di denaro, ti aiuterò'”. ha raccontato Karagoli.

 

E’ stata anche in cura per uscire dalla depressione, che l’aveva assalita dopo la perdita del fratellastro, morto suicida. ‘Lo amava e mi diceva spesso che era l’unico fratello ad accettarla veramente’. Non solo, pare che Lady Beth parlasse spesso di una ‘maledizione di Queensberry’, una sorta di condanna che da secoli attanagliava la sua dinastia.

Nella notte del 7 marzo la tragedia: Lady Beth è stata trovata morta sul divano dell’appartamento, uccisa dall’eroina. L’autopsia ha confermato come cause del decesso l’insufficienza cardiaca e respiratoria e l’avvelenamento da cocaina ed eroina. ‘Era molto turbata, ma era una donna meravigliosa’, ha ricordato il ragazzo, che ora si è dichiarato pulito da ogni droga.

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere