Mamma muore a 28 anni. La figlia chiede aiuto ai vicini di casa: 'Non risponde!'

Mamma muore a 28 anni

Mamma muore a 28 anni

Jennifer Giuliani, una mamma di soli 28 anni, originaria di Roma, è morta nella sua casa di Porto Recanati sotto gli occhi terrorizzati dei suoi due figli. I due piccoli di 8 e 2 anni si sono accorti che la madre non era cosciente e subito si sono precipitati a chiedere aiuto ai vicini: ‘La mamma non risponde, ieri sera si è sentita male e ora non parla!’, ha detto la bimba più grande stringendo la manina del fratellino. La tragedia si è consumata intorno alle undici del mattino.

Dinanzi alla richiesta dei piccoli, la vicina di casa li ha fatti entrare nel suo appartamento e poi ha tentato di suonare al campanello di Jennifer, ma non avendo ricevuto alcuna risposta, si è subito premurata di chiamare il 118. Purtroppo quando sono arrivati i Carabinieri e i soccorritori non hanno potuto fare nulla se non constatare il decesso della giovane madre. ‘La sera prima Jennifer era tesa e nervosa, faceva avanti e indietro dalla macchina all’appartamento’, ha raccontato un abitante della zona. La figlia maggiore invece avrebbe spiegato agli agenti che martedì sera, dopo la cena, la mamma era caduta a terra, probabilmente per un malore improvviso. Una volta rinvenuta la donna si era accomodata sul divano per riposarsi. La mattina successiva i piccoli hanno provato a svegliarla ma senza successo.

Dalle prime rilevazioni del medico legale, non sembrano esserci segni di violenza sul corpo della donna, tuttavia sarà l’autopsia disposta dal pm di turno Claudio Rastrelli, a fare chiarezza sulle reali cause del decesso.

Il marito di Jennifer nonché padre dei suoi figli, si trova attualmente agli arresti domiciliari nello stesso stabile al settimo piano, dove vive con la madre. Era stato denunciato dalla moglie il febbraio scorso per maltrattamenti: l’uomo al momento è comunque ritenuto estraneo ai fatti.

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere