Malore durante un’immersione: morta Sabina Magrini, direttrice dell’Archivio di Stato di Firenze

Muore a 52 anni la direttrice dell’Archivio di Stato di Firenze, Sabina Magrini, dopo un’immersione nel mare di Livorno.

Subacquei
Due sub – Nanopress.it

Sabina Magrini muore a 52 anni dopo aver accusato un malore durate un’immersione vicino agli Scogli Piatti, nel mare di Livorno.

Il malore e il trasferimento in ospedale

Durante l’ora di pranzo di sabato 14 maggio mentre la donna era intenta ad immergersi tra Romito e Calafuria ha segnalato ai compagni di sentirsi poco bene per poi perderei i sensi subito dopo.

I compagni l’hanno di corsa recuperata al bordo del gommone con cui erano venuti ad immergersi ad hanno nell’immediato chiamato i soccorsi.

La donna è stata trovata in arresto cardiaco e dopo le manovre di rianimazione da parte dei soccorsi è stata portata in gravi condizioni al pronto soccorso di Livorno; subito dopo il suo arrivo è stata trasferita all’ospedale di Grosseto, città della maremma toscana, dotato di camera iperbarica.

Non c’è stato nulla da fare, dopo qualche ora il cuore della donna ha ceduto.

La sua brillante carriera

Magrini era da due anni la direttrice dell’Archivio di Stato di Firenze. Fu anche direttrice della Pilotta di Parma e delle Gallerie Estensi di Modena.

La donna, romana di nascita, residente e Prato e con doppia cittadinanza, italiana e britannica, si laurea nel 1993 in Lettere a La Sapienza università di Roma, continua poi la sua brillante carriera accademica specializzandosi in diversi ambiti.

Consegue un Dottorato di ricerca in Paleografia greca e Latina alla Sapienza; un diploma in Paleografia.

Dal 1999 al 2010, la dottoressa, ricopre il ruolo di Bibliotecaria-Direttrice alla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze. Nel 2010 viene trasferita alla Biblioteca Statale di Trieste dove sta per due anni, fino al 2012; per poi nello stesso anno divenire direttrice della Biblioteca Palatina di Parma, dove rimane fino al 2015.

Firenze
Città di Firenze – Nanopress.it

Sabina Magrini inizia a ricoprire posizioni dirigenziali nel 2015 passando per le Gallerie Estensi di Modena; il Complesso Monumentale della Pilotta; e nel 2018 diviene direttrice dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi; arriva all’Archivio di Stato di Firenze, solo due anni fa, nel 2020.

Nello stesso anno, ad agosto 2020, diviene anche Soprintendente archivista e bibliografica della Toscana.

Si occupò anche, per conto del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali (MiBACT), della perizia nel famoso caso dei manoscritti sottratti dalla Biblioteca dei Girolamini di Napoli

Il Ministro della Cultura Dario Franceschini esprime parole di cordoglio per la famiglia, gli amici e i colleghi di Sabina Magrini.