L'ottimismo fa bene alla salute

Vedere in modo positivo le cose della vita aiuta ad essere più sani anche fisicamente. L’importante scoperta di uno studio statunitense sull’ottimismo.

L’ottimismo fa bene alla salute

L’ottimismo fa bene alla salute. Come principio comune già si era scoperto, ma adesso ci sono anche le prove scientifiche. A rendercene conto è uno studio dell’University of Illinois, i cui risultati sono stati pubblicati su Health behavior and policy review. In particolare avere una visione positiva della vita è vantaggioso soprattutto per la salute del cuore. L’analisi dei ricercatori ha potuto constatare come nelle persone che affrontano la vita “a cuor leggero” si registrino minori livelli di glucosio e di colesterolo nel sangue. Inoltre sono proprio questi individui che si rivelano più attivi fisicamente e più magri.

Si tratta tutte di caratteristiche essenziali per rimanere sani. La ricerca ha preso in considerazione più di 5.000 persone, di età fra i 45 e gli 84 anni. Sono stati valutati 7 parametri: pressione sanguigna, indice di massa corporea, glicemia, livello di colesterolo più o meno alto, dieta, grado di attività fisica e abitudine al fumo. Inoltre gli esperti hanno proceduto ad una valutazione della loro salute mentale e del loro livello di ottimismo.

Ad ogni persona, in base ai risultati ottenuti, è stato assegnato un punteggio che andava da 0 a 14. Questo punteggio andava di pari passo con i livelli di ottimismo e si è potuto constatare che le persone più predisposte a vedere il lato positivo della vita avevano una probabilità del 50-70% in più di avere un cuore sano rispetto agli altri.

In particolare si è visto che i livelli di glucosio e di colesterolo erano più bassi, che gli individui più ottimisti presentavano un minore indice di massa corporea e avevano minori probabilità di essere dediti al fumo. Se pensiamo anche a quest’ultimo punto, considerando i problemi legati alla dipendenza dal fumo, ci accorgiamo di quanto possano essere importanti le ricadute fisiche di uno stato psicologico.

Parole di Gianluca Rini

Gianluca Rini è stato collaboratore di Nanopress, Tanta Salute e Pourfemme dal 2014 al 2017, occupandosi principalmente di tematiche relative alla salute, l'ambiente, il benessere.

Da non perdere