Lavoro: Next lancia ‘Best work life’, indagine sul clima aziendale

NeXt nuova economia lancia Best work life, un’indagine che analizza il clima aziendale e le modalità per attrarre i giovani.

Lavoratrice con figlio
Lavoratrice con figlio – Nanopress.it

Un’indagine per sondare il clima aziendale e comprendere i meccanismi che attraggono i lavoratori, soprattutto i giovani, evitando il fenomeno dell’abbandono dell’impiego per l’inconciliabilità tra vita privata e professione.

È questo l’obiettivo di NeXt nuova economia che punta ad analizzare questo importante aspetto che ha preso piede durante e dopo la pandemia. Studiare l’ambiente di lavoro e i modi per renderlo accogliente per il dipendente, considerando aspetti specifici, al fine di migliorare anche il reclutamento e la reputazione aziendali.

Next nuova economia lancia indagine sul clima aziendale

NeXt nuova economia ha lanciato una nuova indagine, denominata Best Work Life per le aziende, al fine di capire quali sono le modalità per attrarre i giovani e tenersi stretti i propri dipendenti.

Capita, sempre più spesso, che i lavoratori abbandonino il loro impiego poiché non si concilia al meglio con le proprie esigenze personali e familiari. Un fenomeno che è incrementato nel corso della pandemia e post-emergenza sanitaria, in quanto – tra smart working e vari lockdown – le persone hanno ridefinito la propria esistenza, basandola su relazioni di qualità e non su guadagni necessariamente elevati.

Le aziende che, invece, mettono a disposizione dei propri dipendenti un clima favorevole, nonché una certa flessibilità del lavoro, con presenza in sede e svolgimento delle mansioni da casa, non avranno questo problema: i lavoratori rimarranno fedeli e, di conseguenza, incrementeranno anche benessere e produttività.

Ragazza ad un colloquio di lavoro
Colloquio di lavoro – NanoPress.it

L’indagine nel dettaglio

L’indagine sul clima aziendale – condotta da NeXt insieme a Corriere Buone Notizie e FimCisl – ha come scopo quello di migliorare le performance dell’azienda, nonché il processo di reclutamento del personale e la propria reputazione e il benessere dei propri dipendenti.

Come spiega Leonardo Becchetti, cofondatore e presidente Cts Next Economia, spiega che “In una cultura che si focalizza quasi esclusivamente sul know how siamo diventati quasi analfabeti di ritorno del ‘know how with’ ovvero dell’arte delle relazioni. Pensando che quello che conti sia solo la «sostanza» del business mentre è al contrario la qualità e la modalità delle relazioni che giocano il ruolo fondamentale nel successo di un’organizzazione e che concorrono a determinare la sostanza del business stesso e la sua profittabilità”.

Per queste ragioni, si tiene come riferimento il framework nazione del Bes, ossia benessere equo e sostenibile dell’ISTAT, dando particolare importanza all’ambiente di lavoro e ai processi di innovazione.