Latte Lactalis contaminato ritirato dal mercato, il Ministero: 'Nessun lotto in Italia'

Latte in polvere ritirato per salmonella

Baby milk products recall in France

L’azienda francese Lactalis, che produce latte in polvere e alimenti per l’infanzia, ha ritirato diversi lotti in 82 Paesi per la contaminazione da salmonella dopo diversi casi registrati in Francia, Spagna e Grecia. Il ministero della Salute ha certificato che nessun lotto riguarda l’Italia, in quanto il gruppo non vende latte artificiale nel nostro Paese, dando comunque gli estremi dei lotti interessati nel caso qualcuno l’avesse acquistato online o all’estero. Nel dettaglio, come da comunicato ministeriale, i lotti di latte in polvere Milubel Bio prodotti da Lactalis e ritirati dal mercato sono: 17C0012686 con termine massimo di conservazione (TMC) 27/04/2018; 17C0012844 con TMC 24/05/2018; 17C0012965 con TMC 12/09/2018; 17C0013595 con TMC 06/01/2019; 17C0013733 con TMC 03/02/2019.

Come ha comunicato la stessa azienda Lactalis, la contaminazione da salmonella sarebbe avvenuta per i prodotti realizzati nello stabilimento del marchio Celia di Craon, dipartimento Mayenne, nella regione dei Paesi della Loira, nel quale sarebbero in corso lavori di ristrutturazione. Il gruppo ha ordinato il ritiro di tutti gli alimenti per l’infanzia prodotti nello stabilimento, a prescindere dal lotto e dalla data di produzione e dal circuito di distribuzione, come ha chiarito il presidente del gruppo, Emmanuel Besnier, in accordo col ministero dell’Economia francese in una nota.

La decisione, sottolinea il gruppo, è stata presa come massima precauzione, indicando tutti i prodotti a marchio Picot e Milumel interessati dal ritiro, dopo molti casi di salmonella registrati in Europa, di cui 35 in Francia, uno in Spagna e uno sospetto in Grecia: l’azienda ha istituito un numero verde 0 800 120 120 per ogni richiesta e ha confermato di voler risarcire tutte le famiglie colpite da salmonella tramite i loro prodotto

[npleggi id=”https://www.nanopress.it/salute/2017/10/06/salmonella-sintomi-cura-contagio-e-incubazione-dell-infezione-salmonellosi/42949/” testo=”Salmonella, sintomi, cura e contagio”]

Lactalis produce diversi alimenti e latte in polvere per l’infanzia, esportandoli in Africa, in Sud America, in Cina e in diversi Paesi d’Europa ma non in Italia. Da qui la comunicazione del ministero che conferma al momento l’assenza di prodotti Lactalis contaminati da salmonella nel nostro territorio.

[npleggi id=”https://www.nanopress.it/salute/2017/10/10/alimenti-a-rischio-salmonella-i-cibi-a-cui-fare-attenzione/187323/” testo=”Salmonella, i cibi a cui fare attenzione”]

Come da comunicato ufficiale, il ministero conferma che, “in data odierna, le Autorità francesi non hanno comunicato, tramite il sistema di allerta comunitario (RASFF), l’esistenza di lotti spediti verso il nostro Paese”.

“Il Ministero della Salute, a titolo precauzionale, ha comunque già avviato interlocuzioni con la Commissione europea e direttamente con le Autorità Francesi, per sollecitare ulteriori informazioni su Paesi e lotti interessati e resta in continuo contatto con entrambe attraverso il sistema di allerta comunitario per seguire ogni sviluppo, ricevere aggiornamenti ed eventualmente adottare ogni provvedimento a tutela dei consumatori”.

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere