'La mossa del cavallo' di Camilleri, su Rai 1 il 26 febbraio 2018: trama del film

Continua a leggere

RAI: photocall del film tv La mossa del cavallo

Dopo l’insuperabile successo di Montalbano, Camilleri torna su Rai 1 con ‘La mossa del cavallo’, in onda in prima tv assoluta il 26 febbraio 2018. La trama del film è ambientata nella Sicilia del 1877 e narra la spiacevole avventura del quarantenne Giovanni Bovara, il nuovo ispettore capo ai mulini che presto sarà coinvolto inspiegabilmente in un misterioso omicidio alla Camilleri.

Si tratta del primo romanzo storico di Andrea Camilleri con protagonista il ‘giovane Montalbano’ Michele Riondino. ‘La mossa del cavallo – C’era una volta Vigata’ andrà in prima tv assoluta il prossimo lunedì riportando sulla scena di Rai 1 l’amato ed imprevedibile mondo di Montalbano. ‘Sono preoccupato’ confessa infatti l’autore, ‘e la mia preoccupazione nasce dal fatto che Montalbano abbia raggiunto livelli altissimi di consenso’.

Continua a leggere

Continua a leggere

Leggi anche: Montalbano, i nuovi episodi 2018 e i libri che li hanno ispirati

La trama de ‘La mossa del cavallo’

Sulle stile di Montalbano e, dunque, dell’inconfondibile Andrea Camilleri sbarca su Rai 1 ‘La mossa del cavallo’, denominato western siciliano ambientato nel 1877.
Dalla trama tipica del genere giallo, la storia racconta del quarantenne Giovanni Bovara, il nuovo ispettore capo ai mulini, al quale viene affidato il compito di controllare che le tasse sul macinato vengano pagate.
Bovara è originario della Liguria ed ancora non capisce le dinamiche soprattutto mafiose ed omertose che dominano il popolo siciliano, sulle quali inizia a svolgere alcune fruttuose indagini: sarà questo a procurargli parecchi nemici.
Grazie ad alcune ricerche, Bovara scopre infatti un ingegnoso sistema grazie al quale alcuni mugnai riescono a sottrarsi al pagamento delle tasse. Tra le tante indagini, anche la scoperta di un mulino clandestino.
Come se non bastasse, il giovane lavoratore sarà spettatore dell’omicidio di un parroco e questo lo porterà ad essere protagonista di una situazione alquanto pericolosa.

Continua a leggere

Continua a leggere

Leggi anche: Andrea Camilleri su Montalbano: ‘Come finirà? Sparirà senza morire’

Andrea Camilleri su ‘La mossa del cavallo’: ‘Mi spaventa’

Visto l’incredibile successo solito contraddistinguere la serie di Montalbano, Andrea Camilleri ha confessato di essere ‘spaventato’ dalla messa in onda della trasposizione cinematografica del suo romanzo storico.
‘Uno spettatore ormai pieno di bacilli montalbaniani si siede e si trova di fronte a un altro mondo. Come si fa?’ Si domanda lo scrittore, ‘La mossa del cavallo è un romanzo duro. Qualcuno dice che Montalbano è rassicurante – bontà sua, si rassicura con poco – ma questa è un’altra storia’.
Insomma, il pubblico, al momento, sembra non vedere l’ora di poter essere spettatore del film tratto dal romanzo di Camilleri, e questo dovrebbe rassicurare l’autore della serie italiana più amata.

Continua a leggere

Nanopress ti aspetta su telegram

Nanopress è su Telegram. Vieni a scoprire il nostro canale, ricco di notizie e approfondimenti. Unisciti a noi!

Parole di Giorgia Piombo

Da non perdere