La casa di riposo per cani orfani a Bracciano è la prima in Europa

cane anziano

Baffi dʼargento, si chiama così la prima casa di riposo per cani rimasti orfani dei loro amici a due zampe. Si trova a Bracciano ed è la prima in Italia ed attualmente anche l’unica in Europa. All’interno della struttura i cani soli o abbandonati sono curati amorevolmente e accuditi fino alla fine dei loro giorni da Daniela Salvi, biologa, etologa e appassionata di cani, che precisa ”Ci sono persone che muoiono e non hanno nessuno a cui affidare i loro cani, noi qui ci prendiamo cura di loro per non farli vivere nella tristezza”.

L’hospice per cani anziani non è altro che una parte della residenza di Daniela, immersa nel verde di Vigna di Valle a Bracciano. Non è un canile, perché non ci sono gabbie e gli animali vivono in libertà. L’idea nasce per dare una possibilità alternativa al canile ai quattrozampe anziani rimasti senza padroni perché morti o impossibilitati a prendersene cura. Infatti sono tanti i casi di animali che si lasciano morire dopo essere rimasti soli o abbandonati.

Gli ospiti di Baffi dʼargento sono infatti cani ”in lutto per la morte prematura della loro persona che non han posto dove andare, cani anziani che non possono essere accuditi in modo adeguato dalla famiglia, cani di persone malate che devono essere ricoverate per un certo periodo ma anche cani anziani provenienti da canili o da situazioni difficili” spiega Daniela, ”L’unico discrimine per accettarli è che non siano aggressivi con altri cani”. I cani tristi e sconfortati qui vengono coccolati, quelli malati vengono curati.

[npleggi id=”https://www.nanopress.it/mondo/2018/09/11/cosa-pensano-gli-animali-negli-ultimi-momenti-prima-di-morire/222024/” testo=”Cosa pensano gli animali negli ultimi momenti prima di morire”]

La struttura, senza scopo di lucro, ha aperto dal primo settembre e non riceve finanziamenti da parte del Comune, economicamente si regge sulle donazioni dei privati, su un servizio di pensione e di tolettatura e sugli incassi dei seminari di formazione organizzati da Daniela – già istruttrice di cani della Protezione Civile e della Polizia – che precisa: ”Anche i cani orfani possono avere una seconda vita. La nostra è una vera mission per rendere la vecchiaia e la morte degli animali più naturale e amorevole possibile”.

Se anche tu vuoi aiutare a sostenere i Baffi d’Argento clicca qui.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere