Kim Jong Un tiene una riunione militare mentre i test nucleari incombono

Kim Jong Un per la prima volta in un anno ha convocato una riunione di alto livello dell’esercito nordcoreano, che potrebbe preparare il terreno per il suo primo test nucleare dal 2017, poiché l’attenzione internazionale è dirottata sulla guerra in Ucraina.

kim jong un
Kim jong un – NanoPress.it

Il leader nordcoreano ha presieduto una Commissione militare centrale che esaminerà le politiche per “i compiti cruciali e urgenti per costruire la difesa nazionale”, ha riferito oggi l’agenzia di stampa centrale coreana ufficiale. È la prima volta che la commissione dei capi militari si riunisce a questo livello dal giugno 2021, e la riunione dovrebbe durare diversi giorni, ha riferito NK News.

Kim Jong Un rafforza la difesa nazionale

Uno dei compiti principali sarà esaminare la tabella di marcia per lo sviluppo delle armi, che Kim Jong Un ha delineato poco prima che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden entrasse in carica nel gennaio 2021, e che richiedeva di rafforzare le forze per lanciare attacchi nucleari tattici contro gli alleati degli Stati Uniti, il Giappone e la Corea del Sud, migliorando al contempo la capacità di colpire la terraferma americana con armi nucleari.

Uno degli elementi chiave di tale strategia è testare testate nucleari miniaturizzate, per adattarsi a una nuova generazione di missili a combustibile solido, che Kim Jong Un ha lanciato negli ultimi anni, nonché testate più grandi che sarebbero montate su missili balistici intercontinentali. “Si prevede che il settimo test nucleare della Corea del Nord sarà effettuato subito dopo questo incontro“, ha affermato Cheong Seong-chang, direttore del Center for North Korea Studies, il Sejong Institute in Corea del Sud.

Kim Jong Un ha effettuato un test nucleare poco dopo un incontro simile nel 2013, ha detto Cheong, aggiungendo foto dei media statali che mostrano un Kim sorridente, seduto con i suoi massimi generali, che indica che il leader nordcoreano è soddisfatto dei progressi nello sviluppo di missili nucleari. Finora, nel 2022, Kim ha lanciato più missili balistici che in qualsiasi altro anno del suo decennio al potere.

Ha testato razzi progettati per eludere gli intercettori operati dagli Stati Uniti, che aumentano la minaccia di un attacco nucleare contro gli Stati Uniti e i loro alleati in Asia. Le immagini satellitari del Punggye-ri Nuclear Test Facility, dove la Corea del Nord ha condotto tutti e sei i suoi test nucleari, hanno indicato che i lavori di ristrutturazione e i preparativi al Tunnel n. 3 sono completi e pronti per un’altra esplosione, ha affermato la scorsa settimana il sito web Beyond Parallel.

Corea del Nord è pronta per un altro test nucleare

La Corea del Nord ha ora terminato i preparativi per un altro test nucleare e penso che debba essere presa solo una decisione politica”, ha affermato Park Jin sudcoreano una settimana fa dopo aver incontrato il Segretario di Stato Antony Blinken a Washington. Qualsiasi esposizione delle armi nell’arsenale nucleare di Kim servirebbe a ricordare i pressanti problemi di sicurezza posti da Pyongyang, che sono rimasti inascoltati mentre l’amministrazione di Biden si è concentrata sull’invasione russa dell’Ucraina.

Missile balistico
Missile balistico – NanoPress.it

La spinta degli Stati Uniti a isolare la Russia sulla guerra di Vladimir Putin in Ucraina, unita alla crescente animosità nei confronti della Cina, ha permesso a Kim di rafforzare il suo deterrente nucleare, senza temere di dover affrontare ulteriori sanzioni al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Gli Stati Uniti hanno promesso una “risposta rapida e decisa” a un test nordcoreano.

Ma non c’è quasi alcuna possibilità che la Russia o la Cina, che hanno potere di veto al consiglio, sostengano qualsiasi misura contro la Corea del Nord, come hanno fatto nel 2017 a seguito di una serie di test sulle armi, che hanno spinto Trump ad avvertire di “fuoco e furia”. I due paesi alla fine di maggio hanno posto il veto a una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite redatta dagli Stati Uniti, per aumentare le sanzioni alla Corea del Nord per i suoi test missilistici balistici quest’anno.