Intossicati dal tonno proveniente dalla Spagna: due coniugi ricoverati a Torino

intossicati dal tonno

Marito e moglie residenti a Torino sono stati ricoverati in ospedale con un’intossicazione dovuta all’assunzione di tonno proveniente dalla Spagna. Per i due coniugi colpiti dalla sindrome sgombroide è scattata una terapia a base di cortisone a farmaci antistaminici, mentre per la cittadinanza è scattata l’allerta per la possibile presenza nelle pescherie della città piemontese di lotti di tonno mal conservati.

A rendere il tonno fresco pericoloso per l’uomo, una volta mangiato, è l’istamina presente nelle sue carni, che si genera e sviluppa se il pesce viene conservato male, ossia se si interrompe il ciclo del freddo.

[npleggi id=”https://www.nanopress.it/salute/2016/10/05/sindrome-sgombroide-sintomi-terapia-e-conseguenze/148789/” testo=”Sindrome sgombroide: sintomi, terapia e conseguenze”]

Non è la prima volta che anche in Italia arrivano allerte sulla possibilità di intromissione nel mercato di lotti di pesce proveniente dalla Spagna a rischio intossicazione per i consumatori, ma per questo caso di Torino la Asl cittadina ha provveduto a redigere – scrive La Stampa – la notizia di reato da inviare alla magistratura per le indagini del caso.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere