Internazionali di tennis a Roma, il via a settembre

Gli Internazionali di tennis a Roma si disputeranno a settembre, come confermato dal presidente della Federtennis Angelo Binaghi: "Dovrebbero andare al 21 settembre, con quanto pubblico lo vedremo grazie al dialogo che da domani avremo su questo tema con le istituzioni governative" le sue parole.

Matteo Berrettini agli Internazionali di tennis a Roma

Foto Getty images | di Clive Brunskill

L’ufficialità è arrivata: gli Internazionali di tennis a Roma si terranno a settembre. È stato Angelo Binaghi, presidente della Federtennis, ad annunciare che la manifestazione romana, inizialmente rinviata a data da destinare, si svolgerà a settembre, e con ogni probabilità, prevederà anche gli spettatori. Queste le parole del numero uno del tennis italiano: “Nei giorni scorsi l’Atp ci ha chiesto la disponibilità, a ore dovrebbe ufficializzare il calendario: gli Internazionali d’Italia dovrebbero andare al 21 settembre, con quanto pubblico lo vedremo grazie al dialogo che da domani avremo su questo tema con le istituzioni governative”.

Internazionali a settembre, ma il pubblico?

La decisione è arrivata grazie alla collaborazione del Ministro per lo Sport e le Politiche Giovanili, Vincenzo Spadafora. Proprio Spadafora dovrà ora decidere e comunicare alla Federtennis quanto pubblico potrà partecipare agli Internazionali di tennis. “Premesso che gli Internazionali sono in sold out permanente, che si verifica addirittura in anticipo, e che quest’anno potrebbe essere quello buono perché un italiano torni a vincerli, è evidente che nell’interesse del movimento l’obiettivo è che ci concedano il più possibile. La manifestazione viene trasmessa in oltre 200 paesi, può essere una vetrina per far vedere che il Paese si è risollevato da questa tragedia del coronavirus e vuole ripartire più forte di prima». Prosegue poi sempre Binaghi: «Piuttosto – spiega – dovranno essere riorganizzate le misure di sicurezza in questa edizione particolare: sicuramente andranno evitati i contatti tra il pubblico e i giocatori, andranno previsti più punti d’ingresso e percorsi dedicati ai giocatori”. Nuove e più precise indicazioni arriveranno nei prossimi giorni anche dall’ATP, l’Association of Tennis Professionals.

Parole di Redazione

Da non perdere