Inter: Vidal c'è, ma si allena a Barcellona

Continua a leggere

arturo vidal

Foto Getty Images | Juan Manuel Serrano Arce

Antonio Conte può contare su una coppia d’assi di tutto rispetto.
Vi avevamo già detto dell’interesse su Kolarov, uomo d’esperienza che poteva aiutare il mister anche nella gestione di uno spogliatoio che secondo l’allenatore non ha ancora acquisito a sufficienza la mentalità vincente.

Continua a leggere

Continua a leggere

Ora siamo al trasferimento, stimato sul milione di euro, più un milione di bonus alla Roma. L’accordo col giocatore è già cosa fatta.

E poi c’è Vidal, che si sta accordando per la risoluzione con il Barcellona e che l’Inter aspetta per la firma. Il giocatore è un pallino di Conte, che lo amava alla Juve, e lo rivuole a tutti i costi.

Continua a leggere

Continua a leggere

AGGIORNAMENTO 23 SETTEMBRE
Solamente due giorni fa, Arturo Vidal aveva salutato tutti i suoi compagni del Barcellona, convinto di poter partire in maniera definitiva verso Milano; oggi invece, è tornato ad allenarsi nel centro sportivo del Barcellona. Arturo Vidal, tra la sorpresa generale, si è ripresentato nuovamente ai cancelli della cittadella sportiva di Sant Joan Despí, per allenarsi e perfezionare la condizione fisica in attesa di capire quando potrà davvero lasciare Barcellona e vestirsi finalmente di nerazzurro.
I tempi del trasferimento si allungano più del previsto, sebbene nessuno metta più in dubbio il felice esito della trattativa che riporterà Re Artù agli ordini di Antonio Conte.
Prima, però, c’è da sistemare Godin a Cagliari, poi si definiranno gli ultimissimi dettagli e sarà dato, finalmente, il via libera a viaggio, visite mediche e all’anelata firma sul biennale. Per il difensore ex Atletico Madrid, si aspetta solamente l’ufficialità, con l’Inter che aiuterà il Cagliari a sostenere le prime tre mensilità dello stipendio del calciatore uruguaiano.

Nanopress ti aspetta su telegram

Nanopress è su Telegram. Vieni a scoprire il nostro canale, ricco di notizie e approfondimenti. Unisciti a noi!

Parole di Redazione

Da non perdere