Indossa tutti gli abiti per non pagare la sovrattassa del bagaglio ma collassa in aereo

Il ragazzo aveva comprato un biglietto di una compagnia aerea low cost, ma aveva un bagaglio troppo grande.

Indossa tutti gli abiti per non pagare la sovrattassa del bagaglio ma collassa in aereo

James McElvar, il giovane cantante della Boy Band scozzese Rewind ha vissuto una brutta avventura in aeroporto, mentre stava tornando da Londra a Glasgow. Il ragazzo aveva comprato un biglietto di una compagnia aerea low cost, ma aveva un bagaglio troppo pesante. Deciso a non spendere nemmeno una moneta in più di sovrattassa, ha cominciato a indossare tutti gli abiti che aveva in valigia, ma presto un colpo di calore lo ha fatto collassare.

James McElvar non aveva intenzione di spendere altro oltre il prezzo del biglietto, e per non pagare la sovrattassa del suo bagaglio troppo pesante, ha deciso di indossare tutti (o quasi) gli abiti che erano stati messi in valigia. Il 19enne ha così infilato e sovrapposto ben 12 strati di vestiti, pensando di aggirare le restrizioni della compagnia aerea low cost.

Il risultato è stato disastroso e pericoloso, tanto che il giovane, appena sull’aereo, ha avuto un colpo di calore, ha vomitato, è collassato, ed infatti è poi stato portato in ospedale, una volta atterrato. Lui stesso ha raccontato che l’esperienza è stata decisamente brutta, quando ha cominciato ad avere i primi malori dovuti al caldo: ”Temevo mi venisse un infarto”. James aveva provato a svestirsi, appena salito a bordo, ma a quanto sembra gli è stato impedito fino al momento del decollo. Fortunatamente sull’aereo c’era un medico che ha aiutato il ragazzo nei primi momenti, soccorrendolo e aiutandolo a ripristinare la giusta temperatura del corpo.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere