Incendi in Sicilia, Crocetta: 'Il forestale arrestato sarà licenziato'

incendi boschivi sicilia

Sono più di 5.000 gli ettari di bosco andati in fumo in Sicilia tra giovedì e venerdì scorso. Tra gli arrestati a Trabia nel Palermitano a inizio giugno, poco prima che scoppiassero i grandi incendi, un operaio della forestale sorpreso sul fatto. “Sarà licenziato e cancellato dagli elenchi, tutti devono capire che saremo inflessibili sui forestali accusati di incendio” ha detto il governatore Rosario Crocetta intervenuto sul caso.

L’uomo che è stato fermato ha ora l’obbligo di dimora. La Sicilia travolta dalle fiamme, il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando aveva puntato il dito proprio sui forestali, e propio come Crocetta ha promesso di punire severamente i responsabili: “Troveranno le istituzioni a contrastarli”.
Il primo cittadino ha poi definito il terribile atto “un insulto alla Sicilia” e a “tutti i lavoratori onesti della forestale”. Orlando ha poi concluso: “E’ ora di finirla di pensare che il posto di lavoro possa giustificare atti di violenza. Abbiamo evitato che una tragedia ambientale diventasse una tragedia umana”.

Parole di Chiara Podano

Da non perdere