In Germania striscione di Bin Laden sugli spalti dello stadio durante l’11 settembre

Striscione con volto di Bin Laden sugli spalti

Ieri è stata una giornata importante. Era l’11 settembre, un giorno che ha sconvolto irrimediabilmente le vite di tutta l’umanità anche se forse non sempre lo riusciamo a comprendere. Sono passati 15 anni da quel giorno che a tutti, chi direttamente chi indirettamente, ha cambiato la vita. Nella giornata di ieri, in Germania, durante la partita tra Aalen-Hansa Rostock, i tifosi ospiti hanno avuto la malsana idea di esporre uno striscione con il volto di Osama Bin Laden.

La domanda è fin troppo semplice e banale: Perché? E probabilmente la risposta è ancora più scontata del quesito stesso ma le parole dell’amministratore delegato del Rostock, Robert Marien, sono state precise e giuste: “Azione di poco gusto e molto stupida”.

I tifosi dell’Hansa Rostock hanno, grazie, o forse è meglio dire per colpa, di questo gesto di cattivo gusto sono finiti sulle prime pagine di tutti i giornali d’europa. La società ha, per fortuna, preso le dovute distanze da questo manipolo di tifosi che sono stati lasciati soli.

[veedioplatform code=”f54d58abbd642ac9fcede962b82295fc”]

Non è, purtroppo, la prima volta che succede una cosa del genere. I tifosi dell’Hansa Rostock si sono resi protagonisti dello stesso identico gesto nel 2011 quando è stato esposto il faccione di Bin Laden con sotto la scritta “Bin aufgestiegen” che in tedesco significa “Sono stato promosso”.

Lo striscione di pessimo gusto è stato riconosciuto anche dai giocatori stessi che avrebbero voluto andare a festeggiare sotto la curva la promozione ma si rifiutarono proprio per la presenza di quello striscione. Adesso i tifosi tedeschi, che si sono macchiati di questo sgradevole gesto, rischiano di essere diffidati dagli stadi tedeschi.