Il morso di un ragno le causa un buco nel braccio: bimba di 7 anni finisce in ospedale

morso di ragno

Un bambina di sette anni ha vissuto una brutta esperienza dopo essere stata morsa da un ragno, un esemplare di falsa vedova nera. La puntura dell’aracnide le ha provocato un vistoso buco nel braccio e la piccola ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso in ospedale per scongiurare infezioni e altre complicazioni.

Jaime Anderson, la mamma di Bella, la bambina britannica di sette anni che è stata morsa da un ragno, ha raccontato la vicenda accaduta alla figlia e i media locali hanno subito lanciato l’allarme.

La piccola era andata a una festa a South Ockendon, nell’Essex con i suoi coetanei e non si è accorta subito di essere stata morsa da un ragno. Aveva sentito un pizzicore e un po’ di fastidio al braccio, poi aveva notato che la pelle si era arrossata, ma pensava fosse dovuto alla puntura di qualche insetto volante, come una zanzara, e quindi non ci aveva dato peso.

Dopo essere tornata a casa, l’arrossamento sul braccio era diventato molto più esteso e in poco tempo la pelle si è come ‘aperta’ lasciando un buco di carne consumata. La signora Jamie allora si è molto allarmata e ha portato la figlia in ospedale. Qui i medici hanno capito che la bambina era stata morsa da un ragno velenoso anche se – fortunatamente – non letale.

In un primo momento, ha spiegato la signora: “Il buco era grande circa come una moneta da centesimo, ma è diventato sempre più grande” con il passare delle ore, quindi è stato necessario portare la bimba in ospedale. Qui è stata finalmente curata con degli antibiotici e ora sta guarendo anche se la cicatrice causata dal morso del ragno sarà più difficile da cancellare immediatamente.

La signora Jamie, alla fine del racconto ha concluso: ”Vediamo spesso ragni in giro per casa, ma non credevamo ce ne potessero essere di così pericolosi. Normalmente non uccido i ragni, ma da questo momento in poi, sfortunatamente, lo farò con tutti quelli che sembrano cattivi”.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere