Il montatore disoccupato vestito da Gesù per le strade di Torino

Un giovane Gesù si aggira per le strade di Torino, dispensando abbracci e narrando parabole...

Il montatore disoccupato vestito da Gesù per le strade di Torino

Se ne andava in giro per le strade di Torino vestito da Gesù Cristo, un po’ per provocazione e un po’ per cercare spiccioli ”in crowdfunding” dopo essere stato licenziato e avere così perso il lavoro. Da disoccupato, questo giovane montatore ha deciso di calarsi nei panni di Gesù e di aggirarsi per le vie di Torino, la stessa città in cui è esposta la Sacra Sindone, una performance che però non è andata liscia come credeva. Il risultato infatti è stato, oltre a riuscire a far parlare di se’ sui media online, quello di ”scomodare” la polizia, che per ben cinque volte si è recata a ”controllare” le attività del Nazareno.

Jesus in Turin è il nome della pagina Facebook che ha raccolto i passi di Gesù a Torino ricevendo oltre sedicimila Mi piacein pochissimi giorni. La sua performance è stata gradita da molti turisti, ma non dalle forze dell’ordine che l’hanno fermato più volte, ben cinque, e gli hanno intimato di smetterla, con l’accusa di infrangere la legge del buonsenso.

Su Facebook in molti lasciano un messaggio per salutarlo, uno su tutti: ”Onestamente trovo assurdo che fermino e portino in questura chi non sta facendo niente di male e non sta commettendo alcun reato. Perché travestirsi da Gesù non mi pare che sia un reato, o dovrebbero arrestare anche chi fa le processioni. Si preoccupassero di chi commette dei reati veri, non di te”.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere