Il Cane gli mangia e strappa 1.100 euro. La risposta della Banca Nazionale

La scusa usata mille volte: “Il mio cane ha mangiato i miei compiti”, lascia il posto ad una frase vera: “Il mio cane ha mangiato i miei soldi”.

Un cane e delle banconote stracciate
Un cane e delle banconote stracciate – NanoPress.it

Il Cane che ama mangiare i soldi

Questa disavventura è accaduta a Grégory, un signore che abita a Liegi, in Belgio. Felice padrone di Sally, una giovane golden retriever di 8 mesi, Grégory ha avuto un enorme spavento, quando si è reso conto che Sally aveva messo gli occhi su… una busta contenente 2.000 euro in contanti.

“Questa somma doveva essere utilizzata per versare un deposito su un’auto. Ho messo la busta sulla credenza della cucina mentre mi prendevo il tempo per nasconderla bene dietro una cornice che si trovava nel mio box auto. Sono stato via per due ore nel mio garage ad armeggiare per preparare il nascondiglio per i soldi”, spiega Grégory a RTL Belgio, che ha raccontato questa storia.

“Quando sono entrato in casa, ho avuto l’immensa sorpresa di scoprire la busta e le banconote stracciate e sparse sul cuscino del cane”, continua. In totale sono state danneggiate 1.100 euro di banconote.

Dopo 10 giorni il ‘miracolo’

Ero arrabbiato con me perché avrei dovuto prendere più precauzioni”, dice ancora Grégory, non risentito verso il suo fedele compagno. Dopo vani tentativi di rimettere insieme i soldi, il padrone di Sally contatta la sua banca, che gli dice di rivolgersi alla Banca nazionale del Belgio (BNB), a Bruxelles.

Cane con dei soldi in bocca
Cane mangia i soldi – NanoPress.it

Grégory decide di recarsi personalmente nella capitale belga. E, dopo una avventura burocratica durata ben10 giorni, è riuscito a recuperare l’intero importo, in banconote nuove.

In effetti, in questo tipo di scenari vengono messi in atto lunghi controlli. “In primo luogo, il deterioramento del biglietto deve essere involontario. In secondo luogo, è necessario anche che esista più del 50% del biglietto”, spiega a RTL Belgio Geert Sciot, portavoce della BNB.

È questo secondo motivo, che ha portato a verifiche più approfondite, nel caso di Grégory. Perché infatti “lo scambio di denaro rovinato è una tecnica utilizzata per riciclare soldi”, spiega Geert Sciot.