Francobollo, se lo conservi ancora in casa questo preparati a intascare 20 mila euro: controlla bene

Tutti noi, negli anni, abbiamo utilizzato i francobolli per spedire pacchi e/o lettere ad amici e parenti. Alcuni di essi, ad oggi, risultano essere di grande valore. Ecco, a tal proposito, qual è il francobollo che, ad oggi, può valere fino a ventimila euro.

francobolli rari
Francobolli – Nanopress.it

Prima dell’avvento della più recente posta elettronica, l’utilizzo dei francobolli era all’ordine del giorno. Tale metodo di affrancatura fu inventato in occasione della riforma postale, avvenuta nel 1837, voluta dal britannico Rowland Hill. Il 6 maggio 1840 entrò ufficialmente in vigore il primo francobollo della storia – raffigurante la regina Vittoria –  che prese il nome di “Penny black”.

Ad oggi, tra i vari francobolli che, nel tempo, sono stati realizzati, ne esiste uno in particolare che ha conservato un grande valore che può estendersi addirittura fino a ventimila euro. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Il francobollo che vale fino a ventimila euro

Dopo l’invenzione del “Penny black” da parte di sir Rowland Hill, pian piano tutti gli stati iniziarono a produrre il proprio francobollo che, come tutti saprete, ha la funzione di attestare l’avvenuto pagamento, da parte del mittente, di prestazioni come la spedizione di pacchi e/o lettere.

Francobolli su lettere
Lettere con francobollo – Nanopress.it

Anche la Svizzera, ovviamente, iniziò a produrre i propri francobolli, uno per ogni cantone; fu quello di Basilea, però, a svilupparne uno molto particolare.

Il cantone di Basilea, infatti, cinque anni dopo l’invenzione britannica, stampò il “Basel Dove” che, tradotto, significa “colomba di Basilea. Qual era la sua particolarità? Quella di essere il primo francobollo composto da ben tre colori diversi: il porpora, il nero e il blu.

Francobollo Basilea
Francobollo Basel Dove – Nanopress.it

La peculiarità della quantità di colori utilizzati, insieme al fatto che restò in circolazione solo per poco più di tre anni hanno reso il “Basel Dove”, ad oggi, uno dei francobolli più rari e prestigiosi della storia, con un valore stimato fino a ventimila euro.

Francobollo
Francobolli di valore – Nanopress.it

Vale la pena, dunque, andare a controllare tra i ricordi di famiglia: se mai si possedesse un “Basel Dove” originale e in buono stato, sarebbe il caso di procedere con un’accurata valutazione!

Collezionare oggetti che hanno fatto la storia

Non è raro, al giorno d’oggi, imbattersi in persone che amano collezionare articoli che hanno fatto la storia. Monete, schede telefoniche e, ovviamente, francobolli, sono senza dubbio i più ricercati, in grado di “raccontare” molte più cose di quanto si possa pensare.

Raccolta di francobolli
Collezione di francobolli – Nanopress.it

Oggetti che, fino a qualche tempo fa, erano di uso comune, attualmente sono diventati quasi introvabili; testimoni di tutte le fasi che abbiamo attraversato, nel corso degli anni, prima di arrivare alle tecniche e alle cose utilizzate al giorno d’oggi.