Francia, prete italiano confessa violenze sessuali su minori

Un prete italiano attualmente residente in Francia è stato sospeso perché accusato di pedofilia. È stato lo stesso padre Gabriele-Arcangelo Biagioni a confessare le violenze attuate su bambini minorenni. Il sacerdote italiano di Deux-Sèvres sarebbe stato sospeso dopo gli atti commessi in Brasile, ma a quanto pare non ci sarà nessun procedimento giudiziario.

prete in chiesa
prete in chiesa- Nanopress.it

Questo è quello che è accaduto in Francia, più precisamente a Deux-Sèvres dove un prete di origini italiane, avrebbe confessato di aver commesso delle violenze sessuali su alcuni bambini minorenni. Il tutto sarebbe accaduto diversi anni fa quando il prete si trovava in Brasile e per questo motivo probabilmente il procedimento giudiziario non potrà avere luogo in Francia.

È stato lo stesso prete a confessare gli orrori commessi ai danni di minorenni e adesso si deciderà sul suo futuro. Al momento ovviamente è stato sospeso, ma essendo un sacerdote italiano, le questioni che avvengono all’estero non possono essere processate in Francia. Per questo motivo, molto probabilmente non ci sarà un procedimento giudiziario in Francia. Vediamo cosa sta accadendo più da vicino.

La confessione del prete

Padre Gabriele-Arcangelo Biagioni è stato sospeso dopo aver confessato le sue violenze sessuali ai danni di minorenni negli anni 90 in Brasile. Il prete di sua iniziativa ha deciso di confessare tutto dopo anni di silenzio. Il tutto infatti sarebbe avvenuto diversi anni fa quando padre Gabriele si trovava in Brasile. Secondo quando riportato inoltre, presso la Arcidiocesi nel fascicolo che riguarda il prete italiano non viene menzionato il suo ministero in Brasile.

Dopo la confessione padre Gabriele-Arcangelo Biagioni è stato sospeso immediatamente il 7 dicembre. L’uomo è stato interdetto da qualsiasi ministero e gli è stato vietato di entrare in relazione con soggetti minorenni. L’uomo avrebbe confessato tutto al vescovo Wintzer, che ad oggi avrebbe assicurato di non essere stato mai a conoscenza di questi avvenimenti accaduti negli anni 90 in Brasile.

Ed è proprio il vescovo che ha poi aggiunto il fatto che l’uomo probabilmente non verrà processato in Francia per gli orrori commessi in Brasile.

Le parole del sacerdote Wintzer

A seguito della confessione il vescovo ha reso pubbliche le sue parole rivolgendosi a tutte le persone che sono state in contatto col prete italiano. Esorta a loro infatti a rivolgersi presso le autorità nel caso in cui queste siano perplesse sulle azioni del  sacerdote durante il suo Ministero in Francia. Attualmente però, non sono state riscontrate azioni scorrette durante  la sua permanenza a Deux-Sèvres.

bambina spaventata
bambina spaventata- Nanopress.it

Sembra proprio che tra il 1950 è il 2020 in Francia siano stati registrati 216 mila casi di pedofilia nelle chiese cattoliche del luogo. Tutto ciò è emerso dal rapporto Sauvé, che è stato elaborato ad ottobre nel 2021.