Firenze, bambina di 17 mesi picchiata dal padre ubriaco: è grave

Trovati morti in casa: uccide moglie e figlia, poi si spara

Trovati morti in casa: uccide moglie e figlia, poi si spara

Terribile storia di violenza su una minore a Firenze: un padre di 48 anni, completamente ubriaco, si è improvvisamente scagliato contro la figlia di 17 mesi, sovrastandola di pugni e calci fino a provocarle gravi lesioni. L’uomo era da solo in casa con la piccola e poco prima di perdere il controllo dando libero sfogo alla sua brutale ira, aveva chiamato la moglie, la quale sentendolo nervoso e fuori di sé, aveva chiesto alla sorella di andare a controllare che tutto fosse a posto.

Purtroppo quello che la zia si è trovata dinanzi è stato spaventoso: la nipote aveva il volto e il corpo pieno di lividi ed era in lacrime completamente terrorizzata. Immediata la chiamata al 112: la piccola è stata trasportata d’urgenza all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze dove è stata sottoposta a diversi esami. Dalla tac sono emerse due fratture alle costole e una lesione al timpano: la bambina è stata quindi ricoverata perché potesse essere assistita al meglio.

[npleggi id=”https://www.nanopress.it/cronaca/2017/09/07/bimba-picchiata-dalla-madre-la-donna-non-andra-in-carcere-solo-una-multa-e-la-liberta-vigilata/183543/” testo=”Bimba picchiata dalla madre, la donna non andrà in carcere: solo una multa e la libertà vigilata”]

Subito è scattata la denuncia nei confronti dell’uomo, un cittadino albanese, che è stato prelevato dalla sua abitazione di piazza della Libertà e portato in caserma dove poi è stato arrestato. Ora dovrà rispondere dell’accusa di lesioni personali aggravate. La piccola invece, è stata affidata al gruppo Gaia dell’ospedale Meyer, un equipe specializzata composta da pediatri, psicologi e neuropsichiatri infantili, che si occupa di minori vittime di violenza e abusi.

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere