Finlandia: uccise sindaca di Imatra e due giornaliste

Polizia Helsinki

Polizia Helsinki

(Immagine via Commons.Wikimedia, licenza CC senza modifiche)

Torna il terrore in Finlandia: nella notte sono state uccise a colpi di fucile, la sindaca cinquantenne di Imatra, Tina Wilén-Jappinen, e due giornaliste, una trentenne l’altra sui cinquanta, a pochi passi dalla frontiera con la Russia. Un uomo di 23 anni, Jori Lasonen, è stato arrestato.

Sabato notte, tutte e tre le vittime si trovavano in un’area pedonale davanti a un ristorante, nel quartiere della movida notturna della cittadina di 28 mila abitanti, situata a circa 230 chilometri ad est di Helsinki.

Il protagonista della strage, Jori Lasonen, è un pregiudicato: già nel 2013 aveva aggredito con un pugnale alcuni passanti.

Subito dopo la sparatoria della notte scorsa, la Polizia è giunta sul luogo della strage, dove ha immediatamente arrestato l’assassino, che non ha opposto resistenza.

Nelle ultime ore l’uomo è stato sottoposto a serrati interrogatori, ma ancora nulla è emerso circa il movente del folle gesto. I media ipotizzano possa trattarsi di una sparatoria casuale, tuttavia non si può ancora escludere il contrario, ovvero un’azione premeditata.

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere