Drone di Natale con vischio ferisce una giornalista

La giornalista è rimasta ferita da un drone impazzito.

Drone di Natale con vischio ferisce una giornalista

Il drone di Natale con il vischio incorporato ha prodotto la sua prima vittima. Si tratta di Georgine Benvenuto giornalista di New York che ha ricevuto il drone in piena faccia, con il risultato di avere avuto il naso ‘levigato’ e il mento contuso. La donna ha infie ammesso che poteva andare peggio: ‘Grazie a Dio non è andato a finire negli occhi‘.

La catena americana T.G.I. Friday’s ha voluto rilanciare i suoi negozi inglesi con una nuova iniziativa: il drone porta-vischio per far baciare tutti sotto alla pianta, come vuole la tradizione popolare. Per immortalare gli eventuali baci, il drone che trasporta il vischio è dotato anche di telecamera.

Secondo un loro studio, il 47% dei britannici non si è mai scambiato un bacio sotto la pianta. ‘Abbiamo voluto rendere gli appuntamenti natalizi nei nostri ristoranti ancora più divertenti‘, ha dichiarato il marketing manager Rachel Waller.

Il problema è che i droni sono pur sempre oggetti che possono ferire.

David Quiones, operatore del drone, ha detto che il piccolo aereo è andato fuori controllo durante un tentativo di atterrare sulla mano di una giornalista del Brooklyn Daily.

Eccolo in questa foto il famoso ‘Mistletoe mobile’ che ha fatto la sua prima vittima, colpita in pieno sul naso.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere