Dorhoty, sposa bambina venduta a 12 anni per 20 euro: 'Ho già 5 figli'

Spose bambine: Amnesty, inscenato banchetto nuziale a Roma

Spose bambine: Amnesty, inscenato banchetto nuziale a Roma

Venduta dai genitori a quasi 12 anni per 20 euro a un uomo anziano, è la storia di Dorhoty, sposa bambina della comunità dei Becheve, una tribù della Nigeria. L’uomo che ha comprato Dorhoty ha abusato di lei. ‘Adesso ho cinque figli da lui. I bambini sono malnutriti e devo pensare a tutto io perché lui è troppo anziano’, racconta la ragazza che oggi non ha ancora compiuto 18 anni.

‘Ero una ragazzina felice fino al giorno in cui mi hanno detto che sarei stata portata a casa del mio futuro marito. Ho risposto ai miei genitori che avrei preferito morire piuttosto di sposare un vecchio’, racconta Dorhoty. Come lei tante altre bambine vengono vendute a uomini più anziani dai genitori per estinguere debiti.

Un’usanza barbara che nega totalmente il diritto all’infanzia e purtroppo molto diffusa. ‘Un giorno è venuta a trovarmi una zia promettendo che mi avrebbe portata lontano da quell’uomo. Non era vero, e quando l’ho rivisto sono fuggita nei boschi ma poco dopo mi hanno ripresa. L’indomani sono arrivate alcune donne del villaggio. Erano taciturne e mi aspettavo una punizione per essere scappata. Quando ho cercato di alzarmi per uscire dalla capanna ho visto i suoi occhi. Era Phillips, il vecchio che volevano diventasse mio marito’, è l’agghiacciante testimonianza di Dorhoty.

Per aver provato a scappare Dorhoty è stata punita: ‘Le donne mi hanno afferrata e mi hanno distesa per terra. Mi tenevano ferma mentre quell’uomo mi stuprava’. Il racconto della sposa bambina è terrificante. Dorhoty come tantissime sue coetanee è stata utilizzata come merce di scambio. Trattate alla pari di un oggetto, una volta che il marito sarà morto la giovane donna verrà ereditata da un suo parente.

Parole di Chiara Podano

Chiara Podano è stata collaboratrice di Nanopress dal 2016 al 2019, occupandosi principalmente di spettacoli, televisione, gossip, celebrities.

Da non perdere