Credeva che un bambolotto fosse suo figlio, un'infermiera lo maltratta e lei vince la causa

Una donna, affetta da disturbi mentali, crede un bambolotto suo figlio. Un’infermiera lo maltratta e la donna riceve 90.000 euro di risarcimento.

Credeva che un bambolotto fosse suo figlio, un’infermiera lo maltratta e lei vince la causa

Susan Dunn è una donna affetta da disturbi mentali, convinta che un bambolotto fosse suo figlio. Lo portava sempre con lei durante il corso della giornata, lo custodiva con amore, proprio come se si trattasse del suo bimbo. Nel settembre del 2013 è stata ricoverata in ospedale per alcuni problemi di salute. Proprio lì ha avuto seguito questa incredibile storia che proviene direttamente dall’Inghilterra. Durante una discussione un’infermiera ha pensato di danneggiare il bambolotto, sapendo benissimo cosa rappresentasse per lei quell’oggetto.

Sembra che l’infermiera abbia torturato la bambola. La sorella di Susan ha detto che è stato straziante per la donna vedere le torture inflitte al bambolotto. Per questo la donna è andata per vie legali e il giudice le ha dato ragione, disponendo che Susan riceva 90.000 dall’ospedale come risarcimento.

Photo credit: lamirlet

Parole di Giorgio Rini

Giorgio Rini è stato collaboratore di Nanopress dal 2014 al 2017, occupandosi principalmente di politica, cronaca e spettacoli.

Da non perdere