Covid-19: è finita l’emergenza? Risponde Brusaferro

A quanto pare l’emergenza da Covid 19 non è ancora completamente terminata. Secondo il dottor Silvio Brusaferro “siamo in vantaggio ma non è il novantesimo”.

Silvio Brusaferro
Silvio Brusaferro – Nanopress.it

Dunque il dottore Silvio Brusaferro, come risposta ad una domanda sui possibili futuri contagi autunnali del Covid-19, ha affermato che, attualmente stiamo giocando una partita contro il virus, che sicuramente data la situazione epidemiologica, siamo in vantaggio, ma che non è ancora finita. Dunque i contagi potrebbero aumentare.

Le parole di Brusaferro sull’emergenza Covid

In occasione del Festival del giornalismo organizzato dall‘Associazione Leali delle notizie, Sivio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore della Sanità e portavoce del Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza epidemiologica dal Coronavirus; ha risposto ad alcune domande relative allo stato dell’emergenza da Covid-19.

In primo luogo alla domanda sui possibili futuri contagi di questo autunno, che come tutti sappiamo, nei mesi più freddi il virus tende a diffondersi più rapidamente; Il dottor Brusaferro ha risposto che da due anni a questa parte, stiamo giocando una partita con il virus, che sicuramente ora siamo in vantaggio, ma che non è ancora finita.

Covid19
Covid19 – Nanopress.it

Il medico afferma che in base ai dati, attualmente conviviamo con il virus, soprattutto grazie alla fortissima adesione alla campagna vaccinale. Circa il 90% della popolazione infatti è vaccinata. Solo una piccola parte invece non lo è. Questo dunque ci ha permesso di indebolire il virus e i suoi sintomi classici.

Rispetto invece alla domanda su un’eventuale quarta dose di vaccino, Brusaferro afferma che è in fase di valutazione e che la situazione sarà definita una volta che si vedranno i dati con precisione. Afferma che sicuramente è necessario proteggere i più fragili, in quanto sono loro a pagarne “il prezzo più alto”.

Situazione attuale Coronavirus in Italia

Attualmente la situazione di contagi da Coronavirus in Italia appare abbastanza sotto controllo, nonostante l’allentamento delle misure anti-covid.

Dunque se è vero che da quasi tre anni a questa parte, l’emergenza nei mesi estivi si attenua, va anche detto che questo è il primo anno in cui praticamente sono state eliminate la maggior parte delle restrizioni. Dunque ciò vuol dire che oltre al caldo, che probabilmente indebolisce il virus, la campagna vaccinale sta effettivamente dando i suoi frutti.

I dati generali riportati dal Ministero della Salute, relativi alla giornata di ieri, Sabato 18 giugno, evidenziano un incremento positivo rispetto ai guariti dal covid, con circa 45.956 soggetti a cui è passata l’infezione da Covid o che sono stati dimessi dagli ospedali.

I positivi erano circa 561mila. Il tasso di incremento di positività però, era in negativo con – 11.030 casi rispetto al giorno precedente. Le regioni con il maggior numero di contagi sono la Lombardia e la Campania. Mentre la Sardegna è la regione che ha registrato il minor numero di casi.