Coronavirus, Von der Leyen in isolamento: ha avuto contatti con un positivo

Superati i 35 milioni di casi di Covid-19 nel mondo

Ursula Von der Leyen

Foto Getty Images | Thierry Monasse

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha annunciato di essere in auto-isolamento dopo aver avuto contatti con una persona risultata positiva al Coronavirus“Sono stata informata di aver partecipato a un incontro, martedì, a cui era presente una persona che è risultata positiva al Covid-19“, ha scritto su Twitter. “Sono risultata negativa al test giovedì ed ho fatto l’esame oggi”.

Coronavirus, nel mondo superati i 35 milioni di casi

Mentre la von der Leyen annuncia il proprio isolamento su Twitter, nel mondo i casi registrati di Coronavirus hanno superato i 35 milioni. A certificarlo è la Johns Hopkins University, che aggiorna il suo bilancio a 35.008.447 casi totali. I morti legati al Covid-19 sono invece 1.034.818. Gli Stati Uniti si confermano il paese più malato, con 7.411.716 casi segnalati. Seguono India (6.549.373) e Brasile (4.906.833). In Europa il Regno Unito ha il maggior numero di vittime: 42.407.

A New York nove quartieri in lockdown

Di fronte a un’impennata di contagi da coronavirus a New York il sindaco Bill De Blasio ha annunciato il lockdown di nove quartieri a Brooklyn e Queens, considerati focolaio di infezione. Chiuse le scuole e tutte le attività non essenziali. La quarantena interesserà anche i ristoranti che servono all’aperto. “È un giorno difficile”, sono state le parole di De Blasio. Il lockdown partirà mercoledì. 

Le chiusure avranno un impatto diretto su circa mezzo milione di persone, cento scuole pubbliche e 200 scuole private i cui allievi saranno autorizzati a tornare in classe oggi e domani per incontrare i professori e pianificare per l’istruzione in remoto. Il sindaco ha detto che la quarantena resterà in vigore per un periodo di tempo compreso tra le due settimane e un mese, a seconda del successo ottenuto dagli sforzi per contenere il virus.

Parigi zona di massima allerta

Situazione critica anche a Parigi. Da domani la città e la sua banlieue passano da “zona rossa” a “zona di massima allerta”, colorata in scarlatto sulla cartina della Francia diffusa dal ministero della Salute. I parametri epidemici della regione della capitale erano fuori dai limiti da giovedì ma il ministro della Salute, Olivier Véran, aveva voluto aspettare qualche giorno per constatare la continuità della curva negativa dei valori. A fronte dell’impennata dei casi e alla mancanza di un’inversione della curva, si è deciso per le nuove misure: chiusura dei bar per 15 giorni, ma non dei ristoranti.

Coronavirus, il Regno Unito supera i 500mila casi

Nelle scorse ore, sempre secondo l’università americana, il Regno Unito ha superato i 500 mila casi di contagio da Coronavirus. Il totale delle positività riscontrate finora è di 505.620. I decessi sono stati in tutto 42.440, il numero più alto in Europa.“La strada può essere ancora accidentata, fino a Natale e oltre” ha dichiarato il primo ministro Boris Johnson.

Parole di Alanews

Da non perdere