Condizionatore, la differenza tra cool, dry e heat: quale dobbiamo scegliere quando fa tanto caldo

L’arrivo dell’estate è uno dei periodi più attesi dell’anno, ma le alte temperature, a volte, diventano davvero difficili da sopportare. Il condizionatore, in questi casi, diventa il migliore amico dell’uomo, ma sappiamo davvero qual è il modo giusto per impostarlo? Ecco, a tal proposito, alcune facili indicazioni per conoscere bene tutte le sue potenzialità.

Condizionatore
Condizionatore – Nanopress.it

Che sia fisso, portatile, di ultima generazione o un po’ datato, in quasi ogni casa è presente un condizionatore. Quando si procede all’acquisto, lo si fa generalmente per rendere più sopportabili le calde temperature estive, ma specie i dispositivi più tecnologici, dispongono di diverse interessanti funzioni.

Regolazione condizionatore
Funzionalità del condizionatore – Nanopress.it

All’interno dell’imballaggio è sempre presente anche un libretto delle istruzioni, ma la maggior parte delle volte viene letto superficialmente, e si può perdere di vista la presenza di alcune importanti funzionalità. Scopriamo insieme, a tal proposito, a cosa servono le modalità “cool”, “heat”, “dry” e “fan” del nostro condizionatore.

Funzionalità del condizionatore: “cool” e “heat”

Estate? Inverno? Nessun problema! Il nostro condizionatore ha la soluzione per ogni stagione. Dopo aver acquistato e installato il nostro dispositivo, per capire di quali funzioni disponga, è buona norma dare un’occhiata al telecomando incluso nella confezione.

Una delle modalità più utilizzate è, senza dubbio, quella atta a rendere più freschi gli ambienti che, in genere, è segnalata con la parola inglese “cool“; il verbo “to cool”, infatti, vuol dire “raffreddare“, “rinfrescare“. Questa funzione, dunque, è perfetta per l’estate, e per rendere più sopportabili le alte temperature.

Rinfrescare e riscaldare
Regolare la temperatura – Nanopress.it

Se, invece, vogliamo utilizzare il nostro condizionatore anche nei mesi invernali, dobbiamo verificare se sul telecomando a esso associato è presente il termine “heat“. Il verbo inglese “to heat” vuol dire “riscaldare“, motivo per il quale basterà impostare il dispositivo su tale modalità per ottenere aria più calda.

Attenzione, però, al momento dell’acquisto: la modalità “heat”, infatti, è presente solo nei condizionatori dotati di una pompa di calore.

“Dry” e “Fan”

Su alcuni condizionatori, oltre alle canoniche funzioni di riscaldamento e raffreddamento dell’aria, possono essere presenti altre due modalità molto utili indicate con i termini inglesi “dry” e “fan“.

“To dry” vuol dire letteralmente “asciugare“, motivo per il quale tale funzione è adatta per eliminare l’umidità dagli ambienti. Tale funzione, dunque, è adatta in qualsiasi periodo dell’anno.

condizionatore in soggiorno
Regolare modalità condizionatore – Nanopress.it

Un’altra funzione molto utile del condizionatore, ma a volte sottovalutata, è quella indicata con la parola “fan” che, se presente, ci permette di regolare la velocità della ventola e, di conseguenza, la potenza della fuoriuscita dell’aria.