Come spedire un pacco nel 2021

etichetta spedizione pacco

Foto SpedireAdesso

Se c’è un settore che negli ultimi decenni ha vissuto una vera e propria rivoluzione, questo è il mondo delle spedizioni. Complici l’avvento del web, l’aumento della domanda di spedizioni da parte delle persone e la globalizzazione, ogni giorno vengono spediti migliaia di pacchi, i quali solcano i continenti per giungere a destinazione nel giro di pochissimi giorni.

In questo articolo vedremo nel dettaglio cosa è cambiato nel ventunesimo secolo e quali sono le soluzioni migliori per spedire un pacco agli arbori del terzo millennio.

Cosa è cambiato negli ultimi anni?

Un dato sotto gli occhi di tutti è il profondo mutamento avvenuto negli ultimi anni riguardo ad alcune abitudini quotidiane, tra cui la forte tendenza a comprare online oggetti di ogni genere. Ogni anno la percentuale di persone che acquistano sul web grazie agli e-commerce cresce con dei numeri da capogiro. Come se non bastasse, lo scorso anno è sopraggiunta la pandemia e il conseguente lockdown, che ha costretto gli italiani a restare a casa e ad effettuare gli acquisti sul web. Tutto questo ha contribuito ad accrescere considerevolmente la mole di pacchi consegnati quotidianamente nel mondo.

Passando dalle abitudini di tutti i giorni degli italiani ai grandi mutamenti geopolitici, l’avvento della globalizzazione e la conseguente riduzione percepita delle distanze tra continenti hanno incentivato lo scambio di merci tra città distanti anche migliaia di chilometri. Le multinazionali impegnate nel settore della logistica oggi vantano una presenza capillare sul territorio e sono in grado di trasportare oggetti da un capo all’altro del mondo, a tariffe convenienti e nella massima sicurezza.

Come spedire un pacco nel ventunesimo secolo?

Con uno scenario attuale come quello appena descritto, è naturale che si siano moltiplicate le possibilità di spedire un pacco. In realtà alcuni sistemi di spedizione sono rodati da tanto tempo e non hanno subìto dei grandi cambiamenti.

Tra tutti ovviamente spicca la vecchia soluzione, per molti considerata del tutto naturale: andare all’ufficio postale per spedire il pacco o la busta. Si tratta di un modo ancora adottato da una miriade di persone, che vedono in Poste Italiane un punto di riferimento per spedire oggetti e generi alimentari ai propri cari, che si trovano a centinaia di chilometri di distanza.

Negli anni Poste Italiane ha avviato un processo di rinnovamento interno che permette oggi di offrire moltissime opportunità per la spedizione di pacchi e buste. La scelta tra queste diverse soluzioni varia anche in funzione del prezzo e delle singole esigenze: chi desidera far recapitare un pacco nel minor tempo possibile, opterà per le spedizioni celeri anche a costo di pagare una tariffa più alta.

L’altra grande alternativa a Poste Italiane è rappresentata dai corrieri espresso. Oggi, come ieri, è possibile rivolgersi a queste aziende specializzate nella logistica internazionale, le quali in pochi giorni sono in grado di consegnare un pacco a migliaia di chilometri di distanza. Per fare ciò, è necessario andare presso la filiale più vicina e consegnare il pacco da spedire.

Spedizioni online

È in uno scenario come quello attuale, caratterizzato da un gran numero di spedizioni effettuate in ogni angolo del globo, che è cresciuto il fenomeno delle spedizioni online. Ormai associare le spedizioni italiane e internazionali al web è del tutto naturale.

Quali sono i vantaggi pratici che offrono gli spedizionieri online? La conseguenza pratica di tutto ciò è che se un tempo era necessario andare all’ufficio postale sotto casa o presso la filiale del corriere espresso, oggi è possibile prenotare una spedizione comodamente da casa e in pochi minuti.

Sul web si sono moltiplicati i servizi di spedizione online che offrono questa soluzione. Ciò che accomuna questi portali è l’estrema facilità, le tariffe convenienti e la possibilità di controllare lo stato della spedizione stessa, in pochi click e da qualsiasi dispositivo.

Parole di Redazione

Da non perdere