Codice della strada, nuova batosta per i pedoni: sono 300€ di multa | Lo facciamo sempre

Il Codice della Strada non sempre viene considerato nella maniera corretta e gli errori sono comuni, anche tra i pedoni. Questo comportamento può costare sino a 300 euro e non verrà più perdonato. Di che cosa si tratta?

Multa a piedi
Multa ai pedoni – Nanopress.it

Per un automobilista è importante seguire tutto ciò che dice il Codice della Strada, applicando le leggi per la sicurezza di tutti i cittadini. Dall’altra parte ci sono i pedoni, che non sempre rispettano le regole dimenticandosi alcune norme molto importanti. Tra le nuove disposizioni, qualcosa che ha dato vita a non poche critiche con una multa da applicare di circa 300euro.

Pedoni e regole: come camminare in sicurezza?

Camminare è naturale e spesso ci si muove senza prendere alcun mezzo di trasporto, per comodità e velocità. Così come la legge italiana  – e comunque internazionale – chiede un determinato atteggiamento ai conducenti dei mezzi, il discorso vale anche per i pedoni.

Multa per i pedoni
Multa per i pedoni-NanoPress.it

Essere dei pedoni modello non è del tutto possibile, ma ci si può impegnare per camminare al massimo della sicurezza propria e altrui. Le regole di comportamento base da applicare sono:

  1. Rispettare sempre le altre persone, perché la strada è un luogo di condivisione e convivenza occupata da tantissime persone che devono adottare un comportamento adeguato;
  2. Come dettato dal Codice della Strada, le strisce pedonali sono degli strumenti appositi per attraversare e avere la precedenza – oltre che la ragione in caso di incidente. Ovviamente è il caso di guardare prima di procedere e dare modo al mezzo di frenare, senza buttarsi mai all’improvviso anche quando la visibilità è ridotta;
  3. Controllare sempre i due lati della strada prima di attraversare e rispettare il semaforo, anche quando si ha fretta. Evitare di attraversare dove la visibilità è limitata per il pedone e il mezzo o in curva. Da non dimenticare di passare solo con il verde e liberare la strada appena scatta il giallo;
pedoni che attraversano la strada
pedoni che attraversano la strada-NanoPress.it
  1. Usare il cellulare mentre si cammina non è corretto, perché una distrazione potrebbe costare la vita a più persone in un attimo. Questa regola è da seguire oltremodo quando si attraversa la strada;
  2. Ove possibile usare il marciapiede per camminare, senza invadere le strade e mettere in pericolo più persone. Qualora il marciapiede sia stretto o inesistente, camminare in fila indiana;
  3. Una attenzione particolare agli autobus, evitando di passare dietro o davanti aspettando che abbia lasciato la fermata;
  4. Dare la mano ai bambini prima di attraversare, perché una distrazione potrebbe poi costare molto;
  5. Evitare di ascoltare musica alta nelle cuffie mentre si cammina o durante l’attraversamento, perché non si è in grado di ascoltare i rumori che provengono dalla strada.

300euro di multa per i pedoni: la nuova regola

Quelle che abbiamo appena letto sono delle regole generali per un comportamento corretto, per tutti i pedoni. C’è una novità su un divieto per qualcosa che viene fatto spesso e volentieri, con applicazione di 300euro di multa per chi non lo rispetta.

Paolo Montagna, sindaco di Moncalieri nella provincia di Torino, ha introdotto la nuova norma di divieto di sosta per i pedoni. L’obiettivo principale è di arginare il degrado e contenere comportamenti particolari di chi si ferma alla stazione per molte ore – di giorno e di notte – con applicazione di multe dai 100 ai 300 euro.

Pedone in attraversamento
Pedone in attraversamento-NanoPress.it

Questo, come si evince dai vari media, potrebbe essere l’unico modo per contrastare il vandalismo – molestie – furti o disturbo della quiete pubblica. Per questo motivo, nessuno potrà sostare restando ore fermo in un punto o seduto sul gradino di un negozio, quando la saracinesca è chiusa. Una regola che sta facendo parlare i cittadini di Moncalieri e non solo.

Verrà applicata in tutta Italia? Per ora non è dato saperlo.