'Città di carta': trama e recensione del libro di John Green

Lo scrittore americano torna in libreria con un romanzo pubblicato nel 2008. La storia, che racconta di un legame speciale, ha ispirato il film di Jake Schreier, nelle sale italiane dal 3 settembre 2015

‘Città di carta’: trama e recensione del libro di John Green

‘Città di carta’: trama e recensione del libro di John Green. Dopo il successo di ‘Colpa delle stelle‘, lo scrittore americano torna in libreria con un altro romanzo best seller scritto e pubblicato nel 2008. S’intitola ‘Città di carta‘ e, sulla scia del film diretto da Jake Schreier, ed interpretato, tra gli altri, da Nat Wolff e Cara Delevingne, si preannuncia come l’ennesimo fenomeno editoriale. La storia racconta di Quentin e della sua enigmatica vicina Margo che, dopo una notte in giro con lui per città, scompare misteriosamente. Il romanzo – tra i libri più venduti delle ultime settimane – è pubblicato in Italia da Rizzoli.

Trama

John Green, dunque, torna tra gli scrittori più venduti del momento con ‘Città di carta‘, un romanzo per ragazzi scritto qualche anno fa e riproposto sulla scia dell’omonimo film nelle sale italiane dal 3 settembre 2015.
La storia racconta di Quentin Jacobsen e di Margo Roth Spiegelman, due adolescenti legati da un’amicizia speciale e da un’inquietante scoperta che condividono fin da bambini. Dopo anni lontani l’uno dall’altra, Margo riappare improvvisamente e trascina il ragazzo in un’avventura notturna indimenticabile. Quentin è speranzoso: forse qualcosa può ricominciare. Il giorno dopo però Margo non c’è più, è scomparsa misteriosamente: forse è un altro dei suoi colpi di testa, un’altra avventura on the road, uno di quei viaggi che l’hanno resa famosa in tutta la scuola.Ma questa volta è diverso: l’ennesima fuga da Orlando, la sua ‘città di carta’, potrebbe davvero essere l’ultima.

Recensione

Accolto con favore da pubblico e critica, il terzo romanzo di John Green è, sostanzialmente, la storia di un’amicizia speciale, un viaggio on the road che è anche una tappa esistenziale. Sullo sfondo di un’adolescenza ormai alla fine, due ragazzi si ritrovano uniti da un legame profondo che è, al contempo, commovente e scanzonato. Rivolto soprattutto ai giovanissimi, ‘Città di carta‘ è, in realtà, un romanzo sulla vita, sulle sue imperfezioni e sulle ‘piccole evoluzioni interiori‘ che, come nel caso dei due protagonisti, segnano il passaggio dall’adolescenza all’età adulta.
Sospeso tra mistero e malinconia, ironia e spensieratezza, il romanzo racconta di fughe e ossessioni, di amore e di macabre scoperte. Con un messaggio ben preciso sulla vita: goderne al massimo ogni momento per trovare, al di fuori della propria ‘città di carta’, che altro non è se non il proprio misero microcosmo, la meritata felicità.

Parole di Caterina Padula

Giornalista pubblicista, appassionata di scrittura, mi occupo da anni di approfondimenti culturali e di informazione online. Da sempre lettrice accanita e curiosa, amo la musica, l'arte e tutto ciò che è natura.

Da non perdere