Cerca un cane in adozione ma è disabile e le rifiutano l'affido

La storia di una famiglia alla ricerca di un cane in affidamento.

Cerca un cane in adozione ma è disabile e le rifiutano l’affido

Luca Torello è il papà di Andrada, una ragazza disabile, e insieme alla sua compagna vivono a Bologna. Intenzionati ad adottare un cane, la famiglia ha fatto delle ricerche su Internet, e ha trovato prima un privato e poi un volontario di un’associazione che però si sono rifiutati di affidare il cane dopo aver saputo della disabilità della ragazza.

Il cane è vivace, impegnativo. Necessita di educazione e dedizione. Rischierebbe di costituire un ulteriore aggravio per una famiglia che già si deve occupare di un disabile” è stato uno dei messaggi inviati via mail a Luca. Nell’altro, dal tono simile, si affermava che il cane non poteva essere affidato perché la giovane è disabile.

La ragazza – spiega Luca – ha una disabilità di tipo grave, al 100%, dovuta ad encefalopatia cronica infantile dalla nascita, ”in sostanza un ritardo mentale che comunque non le impedisce di essere quasi autosufficiente e di esprimersi verbalmente o a gesti”.

Papà Luca allora ha voluto puntualizzare, rivolgendosi a chi ha negato l’affido: ”Forse, caro signore, lei non ha mai sentito parlare di Pet Therapy. È dimostrato che ai disabili faccia bene avere vicino un animale”. E questo è innegabile.

Però, va puntualizzato, dipende anche dal tipo di animale. Non tutti i cani sono adatti alla Pet Therapy. Ad esempio i Jack Russel (uno dei cani scelto faceva parte di questa razza) sono notoriamente dei cani ”difficili”, nervosi, allarmisti, mordaci.

Ad ogni modo la storia è finita bene nonostante i pregiudizi e la discriminazione, che va pur sempre condannata. Alla fine Andrada ha potuto gioire, e portarsi comunque a casa un cucciolo, preso da uno dei canili della zona.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere