Catania, aggrediscono migranti egiziani: 3 italiani arrestati

Roma, Carabinieri arrestano tre borseggiatori, via del Corso

Una spedizione punitiva contro tre minorenni egiziani ospiti di un centro accoglienza per migranti. A Caltagirone (Catania), un gruppo di ragazzi italiani ha aggredito con mazze da baseball e spranghe le tre vittime. Un pestaggio in piena regola, uno dei tre migranti è stato colpito alla testa, ha 16 anni e lotta tra la vita e la morte ricoverato all’ospedale Garibaldi Nesima in gravi condizioni .

Gli aggressori sono stati identificati grazie alle telecamere di sorveglianza, i tre autori del pestaggio sono stati arrestati dai carabinieri. Si tratta di: Antonio Spitale (18 anni) e dei fratelli Giacomo e Davide Severo di 32 e 33 anni.
Dai filmati è emerso che ad agire insieme ai tre italiani sarebbero state altre due persone, i complici li avrebbero accompagnati in auto e poi aspettati per aiutarli a fuggire e sarebbero tuttora ricercati. Gli inquirenti hanno escluso che alla base del gesto vi sia l’odio razziale, sembra che a scatenare il pestaggio sia stato o una pallonata o uno sguardo di troppo.
Mentre una delle vittime si trova in condizioni gravi per aver riportato un grosso ematoma alla testa, gli altri due migranti dovrebbero guarire in soli cinque giorni. Gli autori del raid punitivo sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio.

Parole di Chiara Podano

Chiara Podano è stata collaboratrice di Nanopress dal 2016 al 2019, occupandosi principalmente di spettacoli, televisione, gossip, celebrities.

Da non perdere