Caso di meningite fulminante a Vicenza: uomo di 38 anni in fin di vita

meningite

A Vicenza è scoppiato l’allarme meningite da quando, nella serata di mercoledì, un uomo di 38 anni è stato ricoverato all’ospedale San Bortolo e si è accertato che è stato colpito da meningite fulminante da meningocco B. Le condizioni del 38enne, un artigiano vicentino, sono gravissime. Il batterio è così aggressivo che in 24 ore può causare la morte.

L’uomo, residente a Vicenza, ha accusato diversi sintomi riconducibili alla meningite: aveva dolore alla testa, la febbre molto alta, poi nausea e sulla pelle del corpo sono comparse delle macchioline, come dei puntini.

[npleggi id=”https://www.nanopress.it/salute/2017/03/10/meningite-sintomi-iniziali-in-bambini-e-adulti/88953/” testo=”Tutti i sintomi della meningite nei bambini e negli adulti”]

Consultato il medico, quest’ultimo gli ha consigliato di andare immediatamente a farsi visitare presso il pronto soccorso dell’ospedale. Arrivato al San Bortolo, il 38enne è stato sottoposto a prelievi ed analisi mirate, dai quali i medici hanno potuto diagnosticare il caso di meningite fulminante da meningococco B, batterio che si trasmette per via respiratoria.

Ora l’artigiano è ricoverato in prognosi riservata: le sue condizioni restano gravissime, mentre i familiari, gli infermieri e i medici che sono stati a contatto con il malato sono stati sottoposti alla profilassi antibatterica.