Caserta, furbetti del cartellino alla Asl: 9 arresti

Roma, Carabinieri arrestano tre borseggiatori, via del Corso

Lasciavano il posto di lavoro subito dopo aver timbrato il cartellino, sono 9 i dipendenti arrestati della Asl di Caserta in servizio nel distretto 13 di Maddaloni. Le indagini erano iniziate a ottobre 2015, gli accusati lasciavano il posto di lavoro per fare shopping, portare i figli a scuola o andare a correre oppure strisciavano quelli di colleghi assenti.

I carabinieri hanno accertato che due dirigenti della Medicina legale non erano presenti al momento del nulla osta per il seppellimento delle salme, ma loro firma compariva comunque sui documento. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono truffa e false attestazioni o certificazioni in concorso, con le aggravanti di aver commesso il fatto in danno di un ente pubblico.
I Carabinieri hanno fatto anche riprese video relative ad alcuni dipendenti che lasciano il posto di lavoro subito dopo aver registrato la loro presenza attraverso il badge in dotazione e altri che utilizzano i badge di colleghi assenti registrando così un falso inizio del servizio.

Parole di Chiara Podano

Da non perdere