Bollettino Covid 11 dicembre: 18.727 nuovi casi e 761 vittime

Il tasso di positività si attesta oggi al 9,8%, leggermente in calo rispetto a ieri, quando era stato del 9,9%

operatori sanitari covid

Foto Getty Images | Christopher Furlong

Oggi, 11 dicembre, l’andamento della curva epidemiologica si conferma stabile rispetto a ieri. Sono, infatti, 18.727 i nuovi positivi al coronavirus, registrati nelle ultime 24 ore, su 190.416 tamponi effettuati, secondo l’ultimo bollettino del Ministero della Salute. Le vittime accertate sono 761. Ieri i nuovi contagi erano stati 16.999 con 171.586 test, mentre le vittime erano state 887.

Stabile il rapporto positivi-tamponi

I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 190.416, quasi 20 mila in più rispetto a ieri. Per quanto riguarda il rapporto tra positivi e tamponi, il tasso di positività si attesta oggi, 11 dicembre, al 9,8%, leggermente in calo rispetto a ieri, quando era stato del 9,9%.

Diminuisce la pressione sulle terapie intensive

Calano, giorno dopo giorno, i ricoveri per Covid-19. I ricoveri ordinari oggi, 11 dicembre, sono 526 in meno (ieri -565) per un totale di 28.562 totali. Le terapie intensive, invece, calano di 29 unità, per un totale di 3.265.

Complessivamente, il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in diminuzione da 3.663, dato registrato l’1 dicembre, a 3.345, in data 8 dicembre. “Anche il numero di persone ricoverate in aree mediche è diminuito passando da 32.811 (al primo dicembre) a 30.081 (all’8 dicembre)“, riferiscono gli esperti dell’Istituto superiore di sanità.

Il valore Rt è inferiore a 1

Dal 18 novembre all’1 dicembre, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è pari a 0,82, in calo rispetto al precedente monitoraggio che si attestava a 0.91. Lo evidenzia il report dell’Istituto superiore di sanità-ministero della Salute che monitora settimanalmente l’andamento dell’epidemia di Covid. “Si riscontrano valori di Rt puntuale inferiore a 1 in 20 Regioni e province autonome“, di cui 19 hanno un Rt puntuale inferiore a 1, “indicando una diminuzione significativa nella trasmissibilità“.

Al via reclutamento di medici e infermieri

Nelle prossime settimane saranno reclutati 3mila medici e 12mila infermieri che lavoreranno, per un tempo determinato di nove mesi, per la somministrazione dei vaccini anti Covid. Domenico Arcuri, Commissario per l’Emergenza, ha pubblicato oggi l’avviso pubblico: sarà dunque possibile dal 16 dicembre al 28 dicembre inviare la propria candidatura.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.

Da non perdere