Biscotti alla marijuana per merenda: zio e nipote finiscono all'ospedale

AREZZO. Un quarentenne e suo nipote finiscono in ospedale dopo aver consumato dei biscotti a merenda: contenevano droga.

small 150125 125741 to250115pa 00127 150x150

 

Una delle “solite” merende, quelle che sono da sempre una sorta di rito fra zii e nipoti, si è trasformata invece in un incubo per un uomo di 40 anni e suo nipote, 9 anni, di Arezzo. I biscotti che hanno mangiato assieme per lo spuntino erano stati impastati con foglie di marijuana tritate e per i due il piacevole appuntamento è invece finito al pronto soccorso dell’ospedale di Santa Maria alla Gruccia a Montevarchi.

Gli esami del sangue hanno riportato la presenza di cannabinoidi e le analisi sui biscotti consumati da zio e nipote hanno confermato l’ipotesi: si trattava di droga. Secondo le indagini della polizia di Montevarchi, la marijuana sarebbe stata aggiunta all’impasto dei dolcetti da un amico di famiglia, ma lo zio avrebbe sbagliato confezione, mescolando i biscotti “trattati” a quelli normali da offrire al nipotino. Le indagini continuano, nel frattempo all’amico di famiglia è arrivato un avviso di garanzia.

Parole di Cecilia Casadei

Da non perdere