Bimbo dona i suoi risparmi per ricostruire la moschea vandalizzata dopo gli attentati di Parigi

Bimbo rompe il salvadanaio per ricostruire la moschea

Un bambino di sette anni ha voluto dare il suo contributo alla comunità e così ha deciso di rompere il salvadanaio a forma di porcellino per donare i soldi raccolti finora alla moschea che si trova vicino casa sua, vandalizzata in seguito ai terribili attacchi terroristici avvenuti a Parigi.

Quando i fedeli del Centro Islamico di Pflugerville, in Texas, si sono recati alla loro moschea, hanno scoperto che era stato distrutta dai vandali come rappresaglia a seguito degli attentati di Parigi. La parte anteriore dell’edificio era stata danneggiata e il Corano aveva le pagine strappate. Faisal Naeem ha commentato: ”Pochi individui che hanno fatto quello che hanno fatto, non rappresentano 1,6 miliardi di musulmani, non mi rappresentano di sicuro e non rappresentano la comunità musulmana di Austin”. Così come chi ha danneggiato la moschea ”non rappresenta il resto di Austin, Pflugerville, o tutti gli americani”, ha concluso.

LEGGI ANCHE GLI IMAM CANTANO LA MARSIGLIESE

E infatti Jack Swanson, un bambino di sette anni, ha convinto la mamma Laura ad andare a vedere cosa era successo, quando ha sentito parlare dei danni alla moschea. A quel punto suo figlio ha deciso di svuotare il suo salvadanaio. La mamma del bimbo, la signora Laura, ha commentato: ‘‘E’ disgustoso, è un atto di vandalismo grave. Non importa ciò che si crede, ciò che credo io, quello che credi tu o chiunque altro, qualsiasi fede è importante”. Il bambino ha quindi donato 20 dollari, tutti i suoi risparmi. Faisal Naeem con gioia ha commentato: ”Sono 20 dollari, ma vengono da Jack, che ha donato tutti i suoi soldini, che per me e la nostra comunità valgono come 20 milioni di dollari”.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere