Biden, il discorso sulla situazione in Afghanistan

Il presidente americano si è rivolto dalla Casa Bianca alla nazione a seguito della caduta di Kabul e della nascita dell'Emirato Islamico dei talebani

Joe Biden

Foto Getty Images | Chris Kleponis

Nella serata di ieri, 16 agosto, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha parlato alla nazione dalla Casa Bianca dopo la caduta di Kabul e la nascita dell’Emirato Islamico dei talebani. Biden è il quarto presidente americano a gestire questa guerra dopo Bush, Obama e Trump, primo a stipulare l’accordo per il ritiro delle truppe americane nel territorio.

La missione in Afghanistan non è stata pensata per “costruire una nazione”

Biden ha confermato il ritiro delle truppe, posticipandolo prima a settembre e poi anticipandolo ad agosto. “La nostra missione in Afghanistan non è mai stata pensata per costruire una nazione” ha detto il presidente americano. Così, Joe Biden ha difeso “fermamente” la sua decisione di ritirare le truppe dal territorio afghano, sostenendo di aver fatto “l’interesse nazionale” del suo Paese.

“L’obiettivo degli Stati Uniti in Afghanistan era di impedire attacchi terroristici in America. Creare una democrazia unificata e centralizzata non è mai stato l’obiettivo” ha detto Joe Biden.

Gli Usa, ha detto il presidente nel discorso rivolto alla nazione, hanno dato agli afgani tutti gli strumenti per combattere i talebani. “Se necessario gli Usa condurranno azionti antiterroristiche in Afghanistan. Non ripeteremo gli errori del passato, non possiamo restare all’infinito. Non chiedo alla nostre forze di combattere una guerra civile senza fine”.

E ha continuato: “È sbagliato ordinare alle truppe americane di combattere e morire quando le stesse truppe dell’Afghanistan non lo fanno. Io sostengono in maniera monolitica la mia posizione dopo 20 anni. Ho imparato la lezione, non c’è mai un momento giusto per ritirare le forze Usa. Rimanere altri 5 anni o altri 20 non avrebbe fatto differenza“.

Biden, durante il suo discorso, ha spiegato che l’America continuerà a sostenere il popolo afghano “attraverso la diplomazia“, così come viene fatto “in tutto il mondo”. “Continueremo a sostenere il popo afgano e a difendere i diritti delle donne e delle bambine. Più di chiunque altro ho affrontato la questione durante la guerra. Ho viaggia in diverse occasioni, ho parlato con i leader politici e trascorso molto tempo con i militari. Così ho compreso cosa era e cosa non era possibile fare. Ora dobbiamo puntare su ciò che è realizzabile”.

Biden: “Questa è la decisione giusta per l’America”

Non voglio che si ripeta in Afghanistan quello che abbiamo vissuto in Vietnam e sono consapevole che verrò criticato per questa scelta. Però preferisco essere criticato che lasciare che un altro presidente, il quinto, debba prendere queste decisioni. Questa è la decisione giusta per noi, per il nostro popolo e per i nostri coraggiosi militari che hanno servito la nazione: questa è la decisione giusta per l’America“.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere