Beatles, all’asta la “lettera di fuoco” di John Lennon

Un sito internet mette in vendita la lettera di accuse che John Lennon scrisse a Paul McCartney dopo lo scioglimento dei Beatles

La stella dei The Beatles nella Hollywood Walk of Fame
La stella dei The Beatles nella Hollywood Walk of Fame – Nanopress.it

Il sito Gotta Have Rock and Roll mette in vendita un inedito cimelio musicale scritto da John Lennon all’amico Paul McCartney. Si tratta di una lettera dalle parole di fuoco che l’autore di Imagine rivolge a McCartney, dopo la separazione dei Beatles.

Beatles, una lettera da 40mila dollari

Il contenuto della lettera scritta a macchina di John Lennon è stato scritto il 18 novembre 1971. Ma Lennon deve aver pensato e ripensato se spedirla o no. L’amico McCartney, infatti, riceve la missiva solamente diciotto mesi dopo la rottura di una delle band rock più famose della storia. Il documento è stato messo in vendita all’asta dalla Gotta Have Rock and Roll che spera di ricavare più di 40mila dollari. Una cifra da capogiro, per le tre pagine della lettera scritte 51 anni fa.

Nessuno ha mai avuto dubbi sulla dolorosa rottura dei Beatles. E questa lettera è un altro ricordo drammatico di quei momenti, che portarono allo scioglimento di una delle band rock più grandi di tutti i tempi.

The Beatles
The Beatles – Nanopress.it

Beatles, le accuse di John a Paul

John Lennon avrebbe deciso di scrivere al suo amico (o ex amico), Paul, per accusarlo di ingratitudine per averlo citato in giudizio con gli altri due componenti della band, Harrison e Starr. È il momento del divorzio, in cui gli ex Beatles erano occupati in battaglie legali per soldi e diritti discografici.

Nel brutale messaggio, John Lennon scrive a McCartney di essere un irriconoscente per avere scartato, dal far parte del repertorio dei Beatles, la celebre canzone “Imagine”. Lennon chiama McCartney “mio vecchio amico ossessivo” e lo incolpa dello scioglimento della band. Lennon difende anche la sua relazione con Yoko Ono, che per molto tempo fu indicata come la causa della rottura dei Beatles. “Ho pensato che avessi capito che sono Johnyoko”, scrive John, difendendo la sua speciale relazione di “io e lei siamo uno” con la moglie. Lennon, però, lascia uno spiraglio alla fine della lettera, “se vuoi incontrarmi tutto quello che devi fare è chiamare”.

Dall’altre parte, Paul McCartney si difende dalle accuse della lettera affermando di non essere stato lui la causa della rottura, “Quello è stato il nostro Johnny”, contrattacca il cantante” il giorno che entrando nella stanza dove eravamo riuniti, disse che avrebbe lasciato il gruppo.