Bambini adottati in Congo: Maria Elena Boschi assume la posizione della missionaria

La difficile vicenda andata avanti per mesi si è conclusa con un lieto fine: i 31 bimbi congolesi a cui la madrepatria aveva bloccato l'adozione hanno finalmente raggiunto 24 famiglie italiane. All'origine del blocco presunte irregolarità nelle procedure

Bambini adottati in Congo: Maria Elena Boschi assume la posizione della missionaria

[fotogallery id=”1695″]

Sono arrivati in Italia i bambini adottati in Congo. Sono 31, che sono stati dati a 24 famiglie italiane. L’iter dell’adozione non è stato affatto facile, perché le autorità avrebbero riscontrato delle presunte irregolarità, che hanno fatto tardare la messa in atto delle procedure. Alla fine tutto si è risolto bene e ad accompagnare i bambini adottati è stato anche il ministro Maria Elena Boschi, che le istituzioni del Congo hanno invitato. Ad attendere i bambini all’aeroporto di Ciampino sono state le famiglie, che li hanno accolti con manifestazioni di gioia e di entusiasmo, oltre che di profonda commozione.

Il ministro stesso è stato particolarmente felice e il funzionario della Farnesina che ha seguito in prima persona l’iter burocratico sul posto, ha espresso profonda soddisfazione. Il ministro Boschi ha dichiarato che si è trattato di un lavoro impegnativo e ha ringraziato personalmente Palazzo Chigi e la Farnesina. Secondo il ministro Boschi adesso il tema delle adozioni deve essere affrontato nell’ambito della riforma del Terzo Settore.

Parole di Gianluca Rini

Gianluca Rini è stato collaboratore di Nanopress, Tanta Salute e Pourfemme dal 2014 al 2017, occupandosi principalmente di tematiche relative alla salute, l'ambiente, il benessere.

Da non perdere