Attentato a Teheran in Parlamento e al mausoleo di Khomeini: Isis rivendica

Iranian parliament speaker Ali Larijani presser

L’Isis ha rivendicato l’attentato a Teheran, in Iran, di mercoledì mattina, con sparatorie in Parlamento e al mausoleo dell’imam Khomeini. Le notizie diffuse dalle agenzie di stampa locali Fars e Mehr, riprese dalla Reuters e dagli altri media internazionali, sono ancora confuse. L’assalto sarebbe stato opera di tre o quattro terroristi, alla fine morti o arrestati.
Ci sarebbero dieci morti e almeno 12 feriti, ma il bilancio potrebbe aggravarsi. L’Isis ha rivendicato. Secondo fonti governative, «i quattro terroristi non sono mai entrati nella sala centrale del Parlamento. Sono stati bloccati nei corridoi dove hanno cominciato a sparare. E nessun parlamentare è rimasto ferito». Dopo l’assalto in Parlamento, tra i deputati iraniani è esplosa la rabbia: «Morte all’America. Morte al suo servo, l’Arabia Saudita».

Attentato a Teheran: la dinamica
Tutto è cominciato quando alcuni assalitori armati di kalashnikov hanno fatto irruzione all’interno del Parlamento iraniano di Teheran, sparando alle guardie e prendendo in ostaggio quattro persone, asserragliandosi in una parte dell’edificio. Uno degli attentatori si è fatto esplodere all’interno del Parlamento, un altro è fuggito in piazza Baharestan, fuori dall’edificio, dove è scoppiata una ulteriore sparatoria.

Kamikaze al mausoleo di Khomeini
Mentre i terroristi assaltavano il Parlamento, un altro attentato ha colpito la zona del mausoleo dell’imam Khomeini, a sud di Teheran. Si è verificata una sparatoria e un kamikaze , come riferito dal corrispondente del New York Times da Teheran, si è fatto saltare in aria. Un’esplosione è stata poi udita alla metropolitana del mausoleo di Khomeini a Teheran: alcuni media hanno ipotizzato un terzo attacco.

Attentato a Teheran: bilancio delle vittime
Il bilancio delle vittime dell’attentato a Teheran è ancora provvisorio. Le agenzie parlano di almeno dieci morti, tra cui una guardia, e 12 feriti.

Attentato a Teheran: i terroristi
Per quanto riguarda i terroristi, l’agenzia Fars informa che oltre al kamikaze, un altro assalitore è rimasto ucciso, un secondo invece si sarebbe suicidato mangiando una capsula di cianuro, mentre una donna sarebbe stata catturata. Insomma, nel complesso i terroristi sarebbero stati quattro.

Parole di Francesco Minardi

Francesco Minardi è stata collaboratore di Nanopress dal 2016 al 2018, occupandosi principalmente di cronaca e politica interna ed estera,

Da non perdere