Arriva la primavera? Ecco perché potremmo sentirci particolarmente stanchi

ragazzo stanco sul divano

Foto Pexels | Ekaterina Bolovtsova

Sentirsi stanchi durante il cambio di stagione è del tutto normale. L’aumento delle ore di luce, le giornate che si riscaldano, la nostra routine ancora nel pieno… Tutti noi possiamo sperimentare cali di energia in questo periodo. Come recuperare? Con l’aiuto di integratori per la stanchezza e alcune abitudini pratiche.

Astenia primaverile: di cosa si tratta?

Al sopraggiungere del cambio di stagione, specie al passaggio dal periodo invernale a quello primaverile, molti di noi lamentano disturbi di vario genere. Questa condizione è spesso definita “astenia primaverile”. Si tratta di una sindrome dai sintomi riconoscibili: difficoltà a svegliarsi al mattino, irritabilità, lieve ansia, riduzione della capacità di concentrazione, stanchezza prolungata nell’arco della giornata, debolezza muscolare.

Questa situazione è riconducibile proprio alle variazioni climatiche, dell’umidità e della pressione che influenzano i neurotrasmettitori (sostanze chimiche prodotte nel nostro cervello) coinvolti nella nostra sfera dell’umore.

Il cambio di stagione è in grado di agire nella produzione del cosiddetto “ormone dello stress”, che aumenta la sua produzione, con conseguenti, possibili irritabilità e nervosismo.
Al contempo diminuisce la produzione di serotonina, ormone fonte di benessere.

Ci sentiamo stanchi? Ecco cause e fattori predisponenti

Molto spesso, quando ci sentiamo eccessivamente stanchi, significa che stiamo sperimentando un calo energetico, ossia uno squilibrio tra l’aumentata richiesta di energia da parte del nostro organismo e la riserva di energia a disposizione. I motivi che possono causare questa condizione sono molteplici. Escludendo condizioni patologiche, ecco perché avvertiamo stanchezza:

  • sonno notturno insufficiente. Un riposo notturno irregolare o insufficiente può incidere negativamente sulla nostra giornata. È necessario impostare una routine del sonno ed evitare di fare le ore piccole, specie se ci attende una mattinata impegnativa.
  • Periodi impegnativi e stressanti: lavoro, esami universitari, problemi personali possono influire sul nostro benessere ed esaurire in fretta le nostre energie.
  • Allenamenti sportivi intensi: svolgere attività fisiche molto impegnative o prolungate può esaurire le riserve energetiche del nostro organismo, rendendoci deboli e rallentando il recupero.
  • Cambi stagionali: un generale senso di stanchezza è la risposta del nostro organismo alle variazioni climatiche, alle aumentate o diminuite ore di luce, al cambio dell’ora.
  • Periodi di convalescenza: dopo una malattia, il nostro organismo ha bisogno di tempo per recuperare forza e vigore. Il senso di debolezza e affaticamento muscolare può accompagnarci anche per diversi giorni.
  • Stile di vita non equilibrato: cattive abitudini (abuso di fumo e alcool), dieta poco bilanciata possono aggravare la nostra condizione di stanchezza.
  • Condizioni climatiche: così come il cambio stagionale, anche la temperatura esterna influisce sul nostro equilibrio psicofisico. Prima che il nostro organismo si adegui al clima esterno, una condizione di stanchezza generale, svogliatezza e mancanza di concentrazione è del tutto normale.

Stanchezza da cambio stagionale? Contrastiamola con alcuni rimedi

Per contrastare la sensazione di stanchezza, ecco alcuni rimedi da applicare con regolarità:

Stabiliamo una routine del sonno e dormiamo a sufficienza

Cerchiamo di coricarci più o meno sempre alla stessa ora. Dormiamo almeno 7- 8 ore per notte. Prima di dormire, riduciamo fonti luminose e fonti di disturbo (smartphone, PC, Tv, tablet e tecnologia varia), per non distrarci e rimandare l’addormentamento.

Seguiamo un’alimentazione completa e ben equilibrata

Variare la scelta alimentare è sempre una buona idea. Non consumiamo sempre gli stessi cibi, ma introduciamo con equilibrio tutti i gruppi alimentari necessari alla salute dell’organismo. Beviamo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, per mantenerci idratati.

Facciamo sport con regolarità

Scacciamo la stanchezza con un po’ di movimento, a vantaggio del benessere psicofisico. Non esageriamo con gli allenamenti, l’importante sarà muoversi con costanza e regolarità.

Assumiamo integratori alimentari

Talvolta la nostra dieta varia e regolare ha bisogno di una carica di energia in più. Contrastiamo la stanchezza mentale con l’aiuto di un integratore alimentare con una formulazione equilibrata di vitamine, minerali e altri nutrienti, per contribuire al normale metabolismo energetico e contrastare la sensazione di stanchezza fisica e mentale che può insorgere in varie situazioni, attività e momenti della vita quotidiana.

Inoltre, possiamo contrastare stanchezza fisica e perdita di sali minerali dovuti allo sport e alla stagione calda con un prodotto che abbia una formulazione equilibrata di sali minerali, vitamine e altri nutrienti, per favorire la normale funzione muscolare e il mantenimento dell’equilibrio elettrolitico e idrosalino.

Parole di Redazione

Da non perdere